Zappacosta: “Mi ha cercato l’Inter, adesso voglio essere titolare al Chelsea”

L’esterno del Chelsea Davide Zappacosta ha rilasciato un’intervista a Il Corriere dello Sport dove ha parlato di diversi argomenti incluso il calciomercato.

“Il ricordo più bello che ho di Conte? La prima telefonata quando mi ha chiesto di venire al Chelsea e il primo trofeo conquistato. Sarri? E’ molto simpatico, ironico.Nello spogliatoio fa tante battute, ma spesso sono in italiano e ridiamo in pochi. Anche se sono rimasto sbalordito dal suo inglese, non mi aspettavo lo parlasse così”.

“Sono due grandi allenatori: Conte mi ha insegnato molto, Sarri è preparato e sono sicuro che imparerò tanto anche da lui. Entrambi vogliono una squadra organizzata, studiano l’avversario in ogni particolare. Sarri ha più fantasia, vuole possesso palla e scambi veloci. Conte aveva schemi prefissati”. 

Prossimo argomento, il rapporto con i compagni di squadra: “Quello con cui mi trovo meglio  è Morata. E’ il primo che mi ha accolto qui e mi ha aiutato. E’ tra i più attivi nella chat whatsapp della squadra. Il più forte? Hazard. Eccezionale, non perde mai il pallone. Dribbling pazzesco, è sempre decisivo. Il più simpatico? Ancora Eden. Gli piace scherzare, durante l’allenamento prende il pallone e lo lancia sempre in testa a qualcuno”. 

“Potevo tornare in Italia? Sì, mi aveva cercato l’Inter. Me ne aveva parlato il mio procuratore Alessandro Lucci, anche se io sono sempre rimasto concentrato sul Chelsea. Se ricapitasse a gennaio? Ho un contratto di altri tre anni qui e voglio pensare solo a fare bene con il Chelsea. C’è tanta concorrenza, ma voglio conquistarmi la maglia da titolare. Poi è chiaro che se dovessi trovare poco spazio… penso che a nessun giocatore piaccia stare fuori”.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008