Zaccheroni: “Io schiererei De Vrij domenica. La Lazio non deve pensare a gestire la gara come l’Inter nel 2002”

Il match di cartello dell’ultima giornata della Serie A non può che essere Lazio-Inter, match decisivo ai fini della corsa al 4° posto, ultimo posto valido per l’accesso alla fase a gironi della prossima Champions League.

A commentare l’interessantissima sfida ci ha pensato Alberto Zaccheroni, ex tecnico dei laziali ai tempi del famoso 5 maggio 2002, nel corso di un’intervista ai microfoni de Il Corriere della Sera, in cui ha iniziato soffermandosi sulla possibile esclusione di Stefan De Vrij: “Dipende dal carattere del giocatore, io non avrei problemi a schierarlo. Quando ero all’Udinese Bierhoff giocò contro il Milan, anche se l’anno dopo avrebbe vestito la maglia rossonera.

Ancora su De Vrij e su un possibile suo errore: “Gli errori li fanno tutti e non conta l’umore dei tifosi, ma il risultato alla fine. Piuttosto la Lazio non deve pensare di gestire la partita, altrimenti ripete lo sbaglio dell’Inter del 5 maggio 2002: me la ricordo bene quella partita, ero sulla panchina della Lazio, i nerazzurri credevano di passeggiare e persero lo scudetto”.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Napoletano di nascita ma fedele e viscerale interista dall'infanzia. La profonda passione per il calcio è una costante della mia vita. Amo la scrittura e le lingue straniere, in particolar modo lo spagnolo e il francese.