#VisPesaroSambenedettese 1-1: Derby in parità, a Guidone risponde Calderini.

E’ tempo di derby allo Stadio “Tonino Benelli”, dove si affrontano quest’ oggi i padroni di casa della Vis Pesaro e la Sambenedettese. I biancorossi sono reduci da due sconfitte consecutive per mano di Triestina e Gubbio, ospiti in striscia positiva grazie al pari esterno contro il Renate e ai tre punti conquistati con il Teramo

La Vis Pesaro vuole assolutamente ripartire e ciò traspare sin dalle prime battute di gara: buona la gestione ed il possesso palla, mancano però le conclusioni verso lo specchio difeso da Pegorin. Al 9’ i biancorossi guadagnano una punizione da posizione interessante: se ne incarica Petrucci che scodella in mezzo alla ricerca di una deviazione, la sfera carambola fra 3 maglie verdi ed infine viene assegnata una punizione in favore degli ospiti per fallo commesso sul portiere avversario. Una manciata di minuti più tardi ci prova anche Guidone: il neo biancorosso si divincola dalle marcature e conclude di potenza da fuori area, palla che si impenna e termina in tribuna. Al 21’ arriva una doppia risposta della Samb: Rapisarda in contropiede riesce a servire in qualche modo Stanco, il quale calcia leggermente a lato della porta difesa da Tomei. Il pallone però, viene deviato in corner, sugli sviluppi del quale Gelonese si coordina e sfiora un gol meraviglioso. Scocca il 28’ e sul fronte opposto si mette in mostra Tessiore: dribbling secco e conclusione, Pegorin respinge come può e la sfera viene spazzata in angolo dalla retroguardia. Nulla di fatto poi, nell’ azione seguente. Ma è sempre la Vis ad avere in mano le redini del gioco: al 35’ Pastor serve il solito Guidone che di testa non centra il bersaglio per una questione di millimetri. Più che positivo l’ impatto del numero 27 biancorosso sul match fino a questo momento. Un giro di orologio più tardi l’ attaccante ha ancora un’ opportunità sulla punizione calciata da Petrucci, ma anche questa volta l’ inzuccata non sortisce effetti positivi, terminando tra le braccia del portiere in tenuta verde. Termina così la prima frazione di gara, con il tabellino che indica sempre lo 0-0.  

Stesso spartito nei primi minuti del secondo tempo, con Pesaro che guadagna una punizione importantissima al 4’ di gioco: l’ indemoniato Petrucci inquadra la porta e prova a sorprendere Pegorin; nulla di fatto, conclusione centrale. Gli ospiti rispondono timidamente a suon di ripartenze, ma senza mai concretizzare o arrivare al tiro. Al 65’ passa meritatamente in vantaggio la Vis Pesaro: Petrucci riceve palla sulla destra e si accentra eludendo il pressing in uscita della difesa, poi alza la testa e carica il siluro, respinto in primo luogo da Pegorin, il quale però nulla può sul tap-in vincente di Guidone. E’ 1-0 per i padroni di casa, il Benelli esplode in un boato di gioia. Ma l’ euforia dura solo 6 giri di orologio: la Samb alza il proprio baricentro, Russotto conquista un buon pallone e crossa all’ indirizzo del neo entrato Calderini: esulta la Curva ospite, si ritorna in parità. I minuti passano e le due compagini si dividono la scena alternando ripartenze e traversoni mal finalizzati. All’ 86’ Petrucci prova ancora il tiro dalla distanza, il quale termina in bocca al numero 1 della Sambenedettese. Scocca il 90’ e il quarto uomo segnala 3 minuti di recupero. A nulla servono i tentativi pesaresi nel finale, il match termina 1-1. Undicesimo risultato utile consecutivo per la Sambenedettese che si porta al settimo posto in classifica. Tunnel senza fine per la Vis Pesaro che non trova la gioia dei 3 punti da ben 7 giornate.

VIS PESARO (3-4-1-2)

Tomei; Pastor, Briganti, Gennari; Petrucci, Paoli, Botta (Gaiola al 71′), Rizzato (Testoni all’83’); Tessiore (Balde al 71′); Guidone, Diop (Olcese al 71′). A disposizione: Bianchini, Rossoni, Gianola, Buonocunto, Gabbani, Sabattini, Hadziosmanovic, Voltan. All. Leonardo Colucci

SAMBENEDETTESE (3-5-2)

Pegorin; Zaffagnini, Miceli, Fissore (Biondi al 67′); Celjak, Caccetta (Rocchi al 67′), Gelonese, Ilari, Rapisarda; Stanco, Russotto. A disposizione: Rinaldi, Sala, Di Massimo, Bove, Calderini, De Paoli, D’Ignazio, Signori. All. Giorgio Roselli

Reti: 65′ Guidone – 71′ Calderini

Ammoniti: Pastor – Fissore, Russotto

Espulsi:

Arbitro: Zingarelli di Siena (Mariottini-Rondino)

CONDIVIDI
Vice Direttore Radio Frequenza Rossonerazzurra, Redattore Novantesimo.Com, Ex Direttore "L' Inter Siamo Noi"

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008