Questa sera a Danzica andrà in scena la finale della dodicesima edizione dell’Europa League. La partita vedrà affrontarsi il Villarreal ed il Manchester United. Si assegna il primo trofeo europeo della stagione. Sabato invece si affronteranno Manchester City e Chelsea nella finale di Champions League.

Il percorso del Villarreal – Gli spagnoli hanno dominato il proprio girone (I) facendo 16 punti in cinque partite. Maccabi Tel Aviv, Sivasspor e Qarabag non sono mai riuscite a mettere in difficoltà gli iberici. Ai sedicesimi doppio successo contro i campioni di Austria del Salisburgo: 4-1 totale e qualificazione mai in discussione. Agli ottavi è toccato agli ucraini della Dinamo Kiev: 4-0 complessivo. Ai quarti eliminata la Dinamo Zagabria: 0-1 in Croazia, 2-1 in Spagna. In semifinale poi è stato il turno dell’Arsenal. Il Villarreal si è garantito il passaggio del turno vincendo l’andata 2-1 in casa e andando a pareggiare 0-0 a Londra. Finale super meritata dunque. Percorso quasi netto 12 vittorie e 2 pareggi.

Il percorso del Manchester United – Gli inglesi invece hanno iniziato la stagione con una delusione: terzo posto nel Girone H di Champions League, eliminati da PSG e RB Lipsia. Scesi in Europa League ai sedicesimi di finale hanno eliminato la Real Sociedad: 0-4 in Spagna e 0-0 in casa. Agli ottavi 1-1 in casa e 0-1 a San Siro: Milan eliminato. Ai quarti è toccato al Granada: 4-0 totale. In semifinale altra italiana: eliminata la Roma con un 8-5 complessivo. Percorso in Europa League dunque molto pulito, le partite più sofferte sono state quelle con i rossoneri probabilmente.

Le probabili formazioni – Negli spagnoli ci sono tre assenti: Foyth, Iborra e Chukwueze. Nel ballottaggio per la seconda maglia in attacco al fianco di Gerard Moreno, favorito Paco Alcacer su Carlos Bacca. Negli inglesi invece assente Martial, qualche problema fisico anche per Maguire.

Villarreal (4-4-2): Rulli; Gaspar, Raul Albiol, Pau Torres, Pedraza; Yeremi Pino, Capoue, Dani Parejo, Trigueros; Paco Alcacer, Gerard Moreno.

Manchester United (4-2-3-1): De Gea; Wan Bissaka, Lindelof, Bailly, Shaw; Fred, McTominay; Rashford, Bruno Fernandes, Pogba; Cavani.

I precedenti tra le due squadre parlano di partite spesso chiuse e super tattiche (tanti gli 0-0 tra le due formazioni). Al contrario, spesso, la finale di Europa League è piena di gol e capovolgimenti di fronte. Ad ogni modo ci aspettiamo una partita aperta, col Manchester United favorito ma con un Villarreal che saprà come mettere in difficoltà gli inglesi. Sulla panchina degli iberici siede un fattore da non sottovalutare: Unai Emery, già tre volte campione della competizione alla guida del Siviglia. A caccia della quarta, il tecnico farà tutto il possibile per portarsi a casa un trofeo insperato ad inizio anno.

Dall’altra parte c’è Ole Gunnas Solskjaer alla prima finale europea da allenatore. Non ha ancora portato a casa un titolo da quando è sulla panchina del Manchester United e vuole iniziare da stasera. Sarà una bella partita, una bella finale, un ottimo antipasto per quello che sarà il main event di Sabato sera.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008