Alle 20.45 di domani sera allo stadio Luigi Ferraris di Genova la Sampdoria di Marco Giampaolo ospiterà la Lazio di Simone Inzaghi: due degli allenatori più blasonati del momento si confronteranno nel consueto posticipo domenicale che ormai accompagna la fine dei week-end di tutti gli italiani.

Gli assenti

La Samp arriva alla gara orfana di Linetty e Strinic, fermi ai box a causa di problemi di carattere muscolare, mentre la Lazio partirà alla volta della Ligura senza Nani e Di Gennaro, oltre che il solito Felipe Anderson. Da valutare ancora le condizioni di Wallace.

Un tango da 3 punti

Nessun squalificato da ambedue le parti, che arrivano alla partita rispettivamente con 29 e 26 punti, seppur i blucerchiati abbiano ancora una partita da giocare (quella contro la Roma). I liguri, la settimana scorsa, ha perso in casa del Bologna per 3-0 mentre i capitolini si sono visti strappare i 3 punti dalla Fiorentina al 93′ (Babacar ha pareggiato su rigore il goal di De Vrij ndr). Dirigerà la gara Mazzoleni della sezione di Bergamo.

Le probabili formazioni

La Samp schiererà la classifica formazione tipo: 4-3-1-2, con Viviano tra i pali, Silvestre e Ferrari i centrali. I terzini saranno da un lato Bereszynski, dall’altro Murru (in ballottaggio con Regini). A centrocampo Torreira andrà in cabina di regia, mentre Praet e Barreto faranno le mezz’ali. Il tandem offensivo sarà composta dalla premiata ditta Zapata – Quagliarella, con Ramirez (al momento preferito a Caprari) ad agire alle loro spalle.

La Lazio invece adotterà il 3-4-2-1: Strakosha tra i pali, Bastos, De Vrij e Radu la retroguardia. Centrocampo molto fisico con Leiva e Parolo al centro, mentre sulle fasce agiranno Marusic da un lato e Lulic dall’altro. Luis Alberto e Milinkovic Savic, infine, daranno manforte all’unica punta: Ciro Immobile.

Ecco quindi le probabili formazioni:

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Murru; Barreto, Torreira, Praet; Ramirez; Quagliarella, Zapata.
Allenatore: Marco Giampaolo.

Lazio (3-4-2-1): Strakosha; Bastos, de Vrij, Radu; Marusic, Leiva (diffidato), Parolo, Lulic; Milinkovic- Savic, Luis Alberto; Immobile.
Allenatore: Simone Inzaghi.

La sorpresa 

Da seguire (in caso di suo ingresso a partita in corso) l’attaccante dei padroni di casa Kownacki, che – vista la sua capacità di entrare e segnare immediatamente – sta ricordando lo Schick visto lo scorso anno in quel di Marassi.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, studia giurisprudenza e ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore".

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008