Il Bologna si prepara ad ospitare l’Inter capolista nel match che aprirà questa 5° giornata di campionato nel turno infrasettimanale. In conferenza stampa è intervenuto l’allenatore degli emiliani, Roberto Donadoni, che ha cosi parlato:

“Infortunati? Devo valutare ancora De Maio e Destro. Maietta non ci sarà, anche Krejci che dovrà sottoporsi ad un intervento. Firenze? Discreta partita ma dobbiamo ancora crescere come determinazione. Se riusciamo a fare questo potremo attenuare la pressione avversaria. Poi ci sta che a volte si possa subire ma bisogna essere intraprendenti.

L’Inter? Arriva da quattro vittorie in quattro giornate. Il Crotone ha fatto una buona gara ma ha preso due gol. Il divario c’è perché tutte le squadre di seconda fascia ieri hanno perso contro le big. Bisogna cercare di raccogliere il più possibile e ogni occasione favorevole va sfruttata perché la grande squadra la prima occasione la sfruttano. Non si può regalare niente. Una squadra si può difendere bassa o alta ma serve ricercare con continuità la pericolosità in avanti. Dzemaili aveva nel DNA questa soluzione, dobbiamo darci dentro e tre giocatori in area di rigore dovremmo averli sempre. Troppo spesso siamo decentrati, non ci servono solo i rifinitori ma anche i finalizzatori.

Le condizioni di Palacio e gli altri? Dobbiamo pensare alle partite che verranno, se avrà assorbito le fatiche della partita precedente lo riproporrò. Arriva la sua ex squadra e ha voglia di giocare ma deve essere al 100%, vale per lui come per gli altri. Abbiamo Mattia, e anche Petkovic, ci sono alternative. Destro? La concorrenza non è solo portare via il posto ma consentire a tutti di migliorare. La maglia uno se la guadagna e nessuno si rassegna ad essere comprimario. La concorrenza è un incentivo per tutti i ruoli. Mattia ha un concorrente in più e sarà da stimolo a fare meglio. I giocatori bravi sono sempre indispensabili per la squadra. Palacio nel mio Milan ci sarebbe stato alla grande. Ma qui qualitativamente ci sarebbero giocatori di quel livello ma non hanno ancora coscienza. Donsah titolare? Godfred ha fatto bene a Benevento, volevo inserirlo sabato ma Masina si è fatto male. Lo vedo carico a livello mentale e avrà la sua occasione. La difesa? Valutiamo Masina perché non abbiamo tanta scelta a sinistra ma dovrebbe farcela. Sono contento che Gonzalez abbia fatto bene e stamattina vediamo se De Maio può recuperare. La linguaccia di Spalletti? Ho la lingua più corta”.

CONDIVIDI
Amante di Inter e del calcio in tutte le sue forme, Classe 1995, redattore di Novantesimo. Come la squadra che ama, si sente un po' pazzo anche lui a volte. Telecronista per Sportube e Helpdesk per BonelliErede. Hobby? Videogiochi, serie tv e libri.