Verratti: “Estate fastidiosa. 6-1 a Barcellona, che incubo! Su Neymar e la Spagna…”

Marco Verratti
Condividi la notizia sui social

Marco Verratti, centrocampista del Psg e della nostra nazionale, si è concesso ai micorofoni de La Stampa in una lunga intervista, durante la quale ha parlato dei più disparati argomenti, passando dal caso Neymar alla decisiva partita di sabato tra Italia e Spagna.

Sulla situazione con il suo attuale club, il Psg: “Mi sono confrontato con il club perché c’erano cose che non andavano o che non erano chiare e ora sono felice di far parte di un grande progetto come quello del PSG, tra i più ambiziosi d’Europa”.

Sul nuovo compagno di squadra Neymar: ” Che Neymar potesse venire al Psg me l’aveva detto Dani Alves, ma io ero un po’ scettico perchè giocava con dei grandissimi come  Messi e Suarez. Invece è arrivato, ora abbiamo qualche possibilità in più di vincere la Champions League. H ascelto un grande progetto, l’obiettivo è quello di portare una città intera ai vertici del calcio europeo: la Champions League a Parigi. E’ la nostra grande sfida”.

Sul rapporto con il suo ex procuratore: “Con il mio ex eravamo e siamo ancora amici, ma ci sono state alcune cose che non mi sono andate bene e mi sono preso la responsabilità di questa scelta”.

Sulla squadra con cui l’Italia sabato si giocherà il primo posto nel girone di qualificazione ai Mondiali 2018, la Spagna di Lopetegui: “Un centrocampo che ha fatto la storia del calcio. Da piccolo mi piaceva tantissimo Xavi, uno che cambiava il Barcellona e la Nazionale. Il paragone tra me e Iniesta? Primo, non è bello fare paragoni. Secondo, Iniesta è Iniesta. Io trequartista? A Parigi spesso comincio metodista e finisco trequartista, c’è più libertà. In Nazionale ognuno ha i suoi compiti e deve rispettarli. Abbiamo provato tante cose. Da trequartista dovrei stare più vicino alla porta, ma di certo sarà importante saper tenere il pallone: se lo perdi, contro la Spagna, poi è difficile rivederlo. Ma non ho ancora capito come vuole farmi giocare Ventura (ride, ndr)”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI