#VeronaNapoli – Pecchia: “Pazzini fuori per scelta tecnica, lo rifarei”

pecchia veron

Avvio negativo per l‘Hellas Verona, che ha perso stasera 1-3 contro il Napoli, cadendo sotto ai colpi di Milik, Ghoulam e l’autogol di Souprayen.

Fabio Pecchia, allenatore degli scaligeri, ha parlato al termine della gara con i campani ai microfoni di Premium Sport:

Siete andati in difficoltà nonostante un buon rash finale?

“Questo era in programma, al di là del risultato, abbiamo sofferto molto ma sono contento perché abbiamo provato a gicacre e mostrato personalità, sul 3-1 abbiamo avuto delle possibilità per riaprire la gara. Era una gara contro una squadra fortissima ma nonostante tutto le abbiamo dato qualche grattacapo”.

Perché Pazzini in panchina?

“La sua rabbia è giusta, mi fa piacere. E’ stata una scelta tecnica e la rifarei perché la condizione fisica della squadra non è al massimo ma questa rabbia mi fa piacere”.

Pazzini non è al massimo?

“Faccio delle valutazioni su tutti i giocatori, questa è una scelta ponderata che aveva la sua logica e la rifarei. Ho provato a mettere velocità in fascia, per non dare punti di riferimento ad una coppia difensiva importante, poi per la condizione di alcuni giocatori: ho preferito la velocità alla personalità di Pazzini”.

Sulle condizioni di Caceres?

“Questo rientra nelle valutazioni della formazione. Martin ha lavorato con noinemmeno 15 giorni, è un grande professionista e un grande atleta e sta rispondendo bene. Si è allenato poco, ha giocato poco, viene da una stagione difficile e non è il solo. La condizione generale della squadra mi ha portato a fare delle scelte”.

Sul primo gol assegnato dalla VAR? “Mi sono fidata delle valutazioni della VAR che è un’ottima cosa, poi rivedendolo c’è quel braccio di Koulibaly ma per noi è giusto così, in una gara così un dettaglio non credo che abbia fatto”.

Pazzini e Cerci possono giocare nel 4-4-2?

“Certo che sì, è una questione di condizione che deve crescere velocemente”.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Studio le lingue straniere, adoro la letteratura francese ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008