Fantantonio, si sa, non è nuovo ai colpi di testa, ma forse questa volta è riuscito veramente a sorprendere tutti con un tira e molla che è risultato sterile, visto che il giocatore, ieri, ha annunciato il suo ritiro dal calcio giocato.

A Verona però non l’hanno presa bene, anche perchè questo comportamento è stato visto come una mancanza di rispetto nei confronti della società e del suo presidente, Maurizio Setti, che questa mattina ha voluto rilasciare alcune dichiarazioni attraverso i canali di comunicazione della società gialloblù.

“Rimango, e rimaniamo, basiti per quanto appreso riguardo la presunta mancanza di stimoli di Cassano. Nel sottolineare che il calciatore è tuttora un tesserato gialloblù, voglio altresì ribadire che al Verona il gruppo viene prima del singolo e la maglia prima di qualsiasi calciatore. Verona è una piazza storica e appassionata, che merita considerazione e rispetto. Per quanto ci riguarda, proseguiremo nel lavoro per rendere questa squadra in grado di poter lottare per il nostro obiettivo”.

CONDIVIDI
Nato nel 96' nella città "Superba per uomini e per mura" il destino mi ha concesso di innamorarmi del calcio, e quindi del Genoa. Grande appassionato di sport in generale, studio Giurisprudenza all'università di Genova e provo a raccontare il calcio, una parola alla volta, un'emozione dopo l'altra.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008