Vergogna antisemita all’Olimpico, 15 identificati: ci sono anche ultrà Lazio e due minori

Tifosi lazio

(ANSA) – ROMA, 24 OTT – Ci sono anche due minori tra le 15 persone identificate finora dalla polizia per gli adesivi antisemiti trovati allo stadio Olimpico. Secondo quanto si è appreso, il più piccolo ha 13 anni. Tra loro alcuni appartenenti agli “Irriducibili”. “Chi è della Lazio, gli ebrei tifosi della Lazio, sanno tutti che nella nostra curva ci sono gli stessi adesivi che oggi stanno facendo il giro del mondo, ne abbiamo le prove. Mi sorge allora un dubbio, che anche gli ebrei della Lazio sono diversi da quelli della Roma”. Lo dice il leader degli Irriducibili, Fabrizio Piscitelli, noto tra gli ultrà come ‘Diabolik’, intervenendo alla trasmissione autogestita ‘La voce della nord’ in onda su Radio Sei “In passato noi abbiamo fatto cose molte pensati nei confronti della comunità, si sono tolti gli striscioni e ci impegneremo su questo fronte (l’antisemitismo, ndr) come fatto per gli ululati. Ma si doveva circoscrivere tutto in un contesto di tifo e quindi di sfottò”.

Fonte: ANSA

CONDIVIDI