Il Venezia batte il Foggia per 2-1 al termine di una partita al cardiopalma, soprattutto nel finale. I padroni di casa conquistano la quinta vittoria consecutiva e consolidano la zona playoff mentre il Foggia fallisce l’avvicinamento al Perugia e all’ottavo posto.

LA CRONACA

PRIMO TEMPO Il Venezia parte meglio e prova fin dai primi minuti a infastidire la difesa del Foggia, al terzo minuto episodio dubbio all’interno dell’area pugliese con Marsura che mette al centro un buon traversone, Zambelli controlla palla con il braccio ma secondo l’arbitro Guccini l’intervento non è da rigore. Dopo un inizio gestito meglio dal Venezia verso il decimo minuto il Foggia prova a crescere e al 13^ arriva la prima conclusione degli ospiti, con il tiro di Zambelli respinto da Audero ed allontanato da Bruscagin. Al 19^ altra possibilità per il Foggia con Deli che dalla distanza calcia centrale ma potente e impegna Audero in una parata non facile ma efficace. Passano pochi minuti ed è il Venezia ad andare alla conclusione e il protagonista è Garofalo ma il suo sinistro termina sul fondo. Al 24^ il Foggia ha la possibilità di colpire da calcio di punizione, Kragl si occupa della battuta da posizione defilata e trova la deviazione di Litteri che mette in corner rischiando l’autogol. Al 35^ il Venezia torna nei pressi dell’area del Foggia e si crea un’occasione con il tiro al volo di Stulac, che impatta bene ma Noppert abbraccia il pallone senza particolari problemi. Pochissimi istanti dopo importante occasione per il Venezia con Marsura lanciato da Falzerano, Noppert esce abbastanza insicuro, manca il pallone che diventa buono per l’attaccante ma lo stesso Marsura si fa respingere il tiro da Tonucci. Al 40^ episodio che sblocca la partita: calcio d’angolo per il Venezia con Tonucci che trattiene Domizzi e l’arbitro comanda il calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Gianluca Litteri, che spiazza Noppert e porta il Venezia in vantaggio. Litteri ritrova così il gol che mancava dalla gara con il Cittadella (25 marzo). Il primo tempo si conclude con le proteste del Foggia per un presunto rigore non assegnato alla squadra di Stroppa, con Modolo e Tonucci protagonisti di uno scontro giudicato regolare dal direttore di gara.

SECONDO TEMPO Il Foggia inizia molto forte nella ripresa e aumenta la pressione alla ricerca del gol del pareggio. La squadra di Stroppa prova in tutti i modi a trovare il varco giusto e al 54^ arriva una grandissima occasione, Mazzeo offre un pallone invitante ad Agazzi il quale colpisce il palo e poi sulla respinta trova la parata di Audero. Il Venezia nel secondo tempo si rende pericoloso per la prima volta solo al 71^, quando dopo un calcio di punizione la palla arriva al neoentrato Geijo che praticamente a porta vuota spedisce palla alta sopra la traversa. L’occasione per Geijo viene seguita da altre due opportunità per la squadra di casa, prima con Falzerano e poi con Zigoni ma i due giocatori non riescono a trovare il gol del raddoppio. Al 78^ altro palo colpito dal Foggia con Tonucci che dalla distanza prova l’eurogol ma il legno nega la gioia al difensore. Negli ultimi minuti il Foggia prova gli assalti finali e il solito Mazzeo trova il meritato gol del pareggio, con l’attaccante che mette in rete dopo la respinta di un altro palo colpito da Tonucci. Il gol, in posizione di fuorigioco non segnalato, viene vanificato dalla prodezza di Stulac che da punizione all’ultimo minuto segna la rete del vantaggio che regala la vittoria al Venezia.

VENEZIA (3-5-2) Audero 6,5; Cernuto 6; Modolo 6; Domizzi 6,5; Bruscagin 6; Falzerano 6; Stulac 6,5; Suciu 5,5 (dall’84^ Soligo s.v.); Garofalo 6; Marsura 6 (dal 60^ Zigoni 6); Litteri 6,5 (dal 69^ Geijo 5,5) All. Inzaghi

FOGGIA (3-5-2) Noppert 5,5; Tonucci 6,5; Camporese 6; Calabresi 6; Zambelli 6,5; Agazzi 6; Agnelli 6,5 (dal 66^ Scaglia 6); Deli 6; Kragl 6 (dal 75^ Rubin 6); Nicastro 5 (dal 75^ Floriano 6); Mazzeo 6,5   All. Stroppa

ARBITRO Guccini (sez. Albano Laziale)

MARCATORI 41^ LITTERI (Ven, rig.); 92^ MAZZEO (Fog); 94^ STULAC (Ven)

AMMONIZIONI ZAMBELLI (Fog); CERNUTO (Ven); BRUSCAGIN (Ven)

ESPULSIONI

TOP 90ESIMO STULAC 6,5 – Vanifica il pareggio di Mazzeo pochi minuti dopo e regala una vittoria importantissima al Venezia direttamente da calcio di punizione.

FLOP 90ESIMO NICASTRO 5 – Nel primo tempo letteralmente invisibile, nella ripresa quando il Foggia aumenta la pressione non partecipa particolarmente alle azioni della sua squadra. Esce ad un quarto d’ora dal novantesimo.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008