#VeneziaBrescia 1-2: le rondinelle espugnano il Penzo grazie a Caracciolo e Bisoli

Alle ore 15 si è disputata, allo Stadio Pierluigi Penzo di Venezia, il match Venezia-Brescia, valido per la 34esima giornata del campionato di Serie A TIM 2017-18.

Il match ha visto un Brescia ottenere la vittoria al termine dei 90 minuti di gioco grazie alla precisione nel finalizzare le occasioni da gol create e all’abilità, combinata alla fortuna, nel difendersi quando il Venezia si avvicinava alla porta difesa da Vicario.

La partita è iniziata con le due squadre che hanno deciso di approcciare i primi minuti di gioco in modo abbastanza prudente, senza prendere rischi e tenendo i ritmi bassi in modo tale da poter studiare come poter bucare la difesa avversaria. Piano piano, però, i 22 calciatori in campo hanno iniziato ad alzare, anche se lentamente, i ritmi, venendo però interrotti diverse volte a causa dei vari scontri di gioco ed i conseguenti falli fischiati dall’arbitro. Dopo alcune incursioni offensive e due occasioni da gol sprecate dal Venezia, arriva, al 34′, il primo gol del match, che porta la firma di Andrea Caracciolo. Il bomber delle Rondinelle è riuscito a depositare la palla in rete con uno stacco imperioso all’interno dell’area di rigore, attuato per impattare il pallone crossato dalla destra da Spalek e per trovare il gol dello 0-1. La marcatura dell’Airone è riuscita a rompere un netto equilibrio instauratosi nella prima mezz’ora di gioco ed ha scatenato la reazione del Venezia, che si è lanciato con aggressività in attacco senza però trovare, almeno negli ultimi 10 minuti del primo tempo, il gol.

Tornate in campo per il secondo tempo, le due squadre riprendono a giocare, con il Brescia che, con azioni lente e manovrate con precisione, ha cercato di rallentare i ritmi e guadagnare tempo a proprio favore. I padroni di casa, però, dopo diverse azioni costruite ma non concretizzate, sono riuscite, con un pressing molto aggressivo, ad avvicinarsi sempre di più alla porta difesa da Minelli e, successivamente, a trovare il gol del pareggio. Infatti, dopo la rete annullata a Litteri per posizione di fuorigioco, i lagunari si sono portati sull’1-1 al 65′ grazie al gol di Modolo, bravo a sfruttare al meglio l’ottima sponda aerea di Lettieri, che permette al difensore, a tu per tu con il portiere, di segnare. La gioia della squadra di Inzaghi, però, è durata poco, visto che circa 2 minuti dopo il gol di Modolo è arrivato il secondo gol del Brescia, firmato da Bisoli. Infatti, dopo pochi secondi dal fischio di ripresa del direttore di gara, gli ospiti sono riusciti a riportarsi in vantaggio grazie al colpo di testa di Bisoli, che, sulla punizione battuta da Furlan, impatta il pallone con una straordinaria torsione e ripristina il vantaggio della propria squadra. Dopo il secondo gol del Brescia, i veneziani sono stati costretti nuovamente ad inseguire il pareggio con tanta intensità e voglia di segnare, senza però ottenere i risultati sperati. Infatti, i Leoni Alati si sono affacciati spesso nell’area di rigore avversaria con i tentativi dei vari Fabiano, Torregrossa, Litteri e Pinato, ma, anche a causa della sfortuna e della fortuna del Brescia, non sono riusciti a trovare il gol.

Rallentata, dunque, la corsa del Venezia verso i playoff di fine stagione, con la squadra che comunque si trova nella zona adatta ma che, visti i 50 punti ed i soli 2 punti di vantaggio dal Carpi (nono), potrebbe correre brutti rischi nel caso in cui ci fossero ulteriori passi falsi. Vittoria di spessore, invece, per il Brescia, che, guidata dal trascinatore Caracciolo, si allontana sempre di più dalle zone basse della classifica.

Ecco il tabellino e le pagelle del match:

VENEZIA (3-5-2): Vicario 6; Bruscagin 6 (58′ Fabiano 6), Modolo 6.5, Domizzi 6; Frey 5, Falzerano 5, Stulac 5.5, Pinato 6, Garofalo 5 (82′ Zigoni S.V.); Geijo 5.5, Litteri 6. A disposizione: Audero, Gori, Andelkovic, Bentivoglio, Soligo, Zigoni, Fabiano, Firenze, Marsura, Suciu, Cernuto, Zampano. Allenatore: Filippo Inzaghi

BRESCIA (4-3-1-2): Minelli 6.5; Coppolaro 6, Somma 6, Gastaldello 6, Longhi 6; Bisoli 6.5, Tonali 5.5, Ndoj 5; Spalek 6 (70′ Okwonkwo ); Furlan 5.5 (80′ Meccariello S.V.), Caracciolo 7 (58′ Torregrossa 5). A disposizione: Pelagotti, Viviani, Torregrossa, Martinelli, Curcio, Okwonkwo, Meccariello, Rivas. Allenatore: Roberto Boscaglia

ARBITRO: Antonello Balice di Termoli

MARCATORI: 34′ Caracciolo, 65′ Modolo, 67′ Bisoli

AMMONITI: 95′ Frey (Venezia); 24′ Gastaldello, 64′ Torregrossa, 74′ Minelli, 90′ Somma (Brescia)

NOTE: Possesso Palla: 59% – 41%; Tiri: 17 – 6; Punizioni; 17 – 12; Angoli: 6 – 2; Fuorigioco: 1 – 6; Falli: 11 – 13; Recupero: 2 minuti primo tempo, 5 minuti secondo tempo

TOP 90ESIMO:
Andrea Caracciolo – 7: L’attaccante delle Rondinelle si sta affermando come il trascinatore della squadra e l’arma segreta da usare quando ci sono difficoltà. Imperioso nel gioco aereo, si comporta bene anche con la palla a terra ed il gol segnato arriva proprio con la specialità della casa: il colpo di testa. Purtroppo, è costretto a lasciare il campo anzitempo a causa della fatica, ma la prestazione di qualità rimane.

FLOP 90ESIMO:
Marcello Falzerano – 5: Tocca diversi palloni ed ha anche idee interessanti, ma non riesce mai a metterle in atto come dovrebbe. In alcuni frangenti si isola dall’azione, quando invece il suo apporto sarebbe stato molto importante. Ci si aspettava di più.

Guarda Anche...

CONDIVIDI