Venezia, Tacopina: “Stiamo inseguendo un sogno. Stadio? Ci sarà una deroga in caso di A”

Sesto posto in classifica e 49 punti a dieci giornata dalla fine, il Venezia di Filippo Inzaghi può sognare. Dalla Laguna un po’ tutti credono all’impresa, compreso il presidente Joe Tacopina. Il patron dei veneti ha parlato in conferenza stampa affrontando diversi temi. Ecco quanto riportato da Trivenetogoal.it:

Sullo Stadio e la possibile promozione: “Faremo il nuovo stadio, ma non c’è alcuna novità rispetto alle ultime comunicazioni. Tutto si sta muovendo e quando avremo novità le comunicheremo al momento non è facile dare una risposta perché bisogna parlare con una molteplicità di soggetti coinvolti. Ovviamente se dovessimo andare in Serie A stiamo studiando i tempi per ottenere una deroga avendo già un progetto in corso. Sono molto ottimista, so per certo che abbiamo la possibilità di inseguire un sogno che nessuno ha mai ottenuto”.

Sulla situazione direttore sportivo: “Rinaudo ha operato molto bene a gennaio, è il nostro direttore sportivo e con lui lavoriamo. Angeloni nuovo ds? Angeloni chi? Vi dico tutti i nomi che sono stati fatti o accostati a noi: Baldini, con cui ho un ottimo rapporto e che conosco da tempo, Pradè, Angeloni, Sensibile e Bonato. Rinnovo? Adesso tutti noi vogliamo concentrarci sull’obiettivo, ma da quando sono qui non ho mai visto una sinergia così perfetta fra parte sportiva, commerciale e organizzativa. Con Inzaghi parlo tutti i giorni per esempio”.

Sulle analogie con l’esperienza di Bologna: “Ci sono delle similitudini, lì non avevamo i capocannonieri in rosa, ma una difesa fortissima e tanti leader negli spogliatoi che sono caratteristiche importanti nei play off e che ti possono portare fino in fondo. Però preferisco restare in B piuttosto che patire come ho patito a Bologna fino all’ultima gara dei play off col Pescara. Possiamo fare la storia, so che è possibile. Ma alla fine è solo una questione di tempo, se non sarà quest’anno, sarà il prossimo”.