Il giocatore del Valencia, Jeison Murillo, ha parlato ai microfoni di Radio Marca parlando del suo momento in Spagna.

Queste le sue parole riportate da Calciomercato.com: “Il debutto al Bernabeu è stato una patata bollente, come si dice nel mio paese, perché affrontavamo una delle migliori squadre del mondo e per me era il debutto in un campionato che conosco. Devo ringraziare la squadra per la fiducia dentro e fuori dal campo. A 18 anni sono venuto qui per crescere come calciatore e personalmente sono andato oltre le aspettative. L’Inter mi ha fatto migliorare tatticamente e a livello difensivo e ora sono tornato in un bel campionato e in un club che vuole risorgere. In Italia si lavora molto, l’apprendimento è importante. Ho giocato in una grande squadra ma ora sono al Valencia e devo dimostrare molte cose.

 Marcelino? Ho parlato con lui prima di venire qui e la sua fiducia è stata molto importante per la mia decisione. Venivo da una squadra in cui la situazione non era delle migliori e sono al Valencia che è ai vertici d’Europa anche se nelle ultime due stagioni non ha dato il meglio. Per me si tratta di una grande sfida. Kondogbia? L’ho conosciuto bene all’Inter. Nonostante sia giovane ha molto carattere e nessuna paura. Ha tanto da dare e lo dimostrerà”.

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008