Il FC Lugano ha messo a segno un importante colpo di mercato: Alexander Gerndt, 31enne svedese, proviene dal BSC Young Boys. L’attaccante, dal 2013 in Svizzera, conosce già le difese elvetiche. Il contratto che lega le due parti è valido sino al 30 giugno 2019.

Oltre a conoscerle, sa anche come bucarle: in 108 presenze in giallonero ha posto la sua firma su 30 marcature. A causa di un infortunio e di un ulteriore rafforzamento dell’attacco della squadra di Hütter, il terminale offensivo non era più da considerarsi un titolare.

Per il Lugano si tratta di un rinforzo fondamentale: Gerndt può giostrare come prima punta e, grazie alla propria struttura fisica, riuscirà a difendere la palla e a far salire la squadra. Quello dello svedese (6 selezioni e 2 gol con la propria Nazionale) era un profilo attualmente mancante a Cornaredo.

In attesa di vederlo presto all’opera, la dirigenza bianconera continua tuttavia a muoversi per aumentare la propria potenza di fuoco: i nomi più ricorrenti sono ora quelli di Mbakogu e di Diamanti, ma Renzetti e colleghi continuano a sondare il mercato.

 

CONDIVIDI
Luganese, alle prese con gli studi di Diritto a Neuchâtel, nel proprio tempo libero unisce volentieri i suoi interessi per la scrittura e per il calcio, occupandosi della squadra della sua Città. È uno dei co-fondatori di Sport Lugano.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008