UFFICIALE – Lugano, arrivano Bottani e il tesseramento di Yao

Bottani 2016

Il FC Lugano, come dichiarato dal presidente Renzetti, è sempre vigile e pronto ad agire sul mercato per assicurarsi pedine importanti e validi rincalzi per allargare una rosa sollecitata da ben tre competizioni: Raiffeisen Super LeagueWürth Coppa Svizzera Uefa Europa League.

Pur mancando l’ufficialità sul sito della squadra, Giovanni Manna (responsabile dell’area tecnica e team manager) ha assicurato che Mattia Bottani tornerà a vestire la casacca bianconera. Il ‘figlio della Città’ aveva lasciato i suoi affetti e i luoghi della sua giovinezza per accasarsi al FC Wil 1900, compagine della divisione inferiore. Una scelta difficile, facilitata sicuramente dalla nuova e facoltosa proprietà turca del club, che aveva offerto circa 700’000 franchi svizzeri alla società ticinese e un lauto contratto al giocatore. È storia recente il disimpegno della dirigenza, sparita dall’oggi al domani lasciando i sangallesi in una difficile situazione finanziaria. Il centrocampista, che non aveva accettato di abbassarsi lo stipendio, quest’estate era finito ai margini della rosa. Il suo ritorno era quindi un ‘segreto di Pulcinella’: a Wil volevano liberarsi di un contratto pesante per le casse societarie, Bottani voleva tornare a Cornaredo e Renzetti era pronto a riaccogliere il ‘figliol prodigo’. La tifoseria è separata: in molti festeggiano per il ritorno di una ‘bandiera’, mentre una frazione minoritaria non è convinta dell’acquisto di quello che, a detta di tutti gli addetti ai lavori, è sempre stato un talento pronto ad esplodere ma rimasto al momento almeno parzialmente incompiuto. L’esperienza a Nord delle Alpi, pur con tutte le attenuanti del caso (leggasi mancanza di stimoli), è stata tutto fuorché esaltante: 3 gol e 3 assist in 25 presenze sono un magro bottino. Al 26enne spetterà quindi l’arduo compito di ripagare la fiducia e l’affetto destinatigli.

È ufficiale anche la conclusione delle pratiche relative al tesseramento di Eloge Yao: se l’accordo era stato trovato da settimane, mancava tuttavia qualche documento. Ora il difensore è arruolabile e, a detta di mister Tami, gode già di una posizione elevata nelle gerarchie, a tal punto che potrebbe anche essere impiegato come titolare.

CONDIVIDI
Luganese, alle prese con gli studi di Diritto a Neuchâtel, nel proprio tempo libero unisce volentieri i suoi interessi per la scrittura e per il calcio, occupandosi della squadra della sua città.