Valeri Bojinov, calciatore dal nobile passato (Fiorentina, Juventus e Manchester City su tutte), era giunto sulle rive del Lemano in provenienza dalla seconda divisione cinese. Attorno a questo trasferimento coesistevano quindi una certa euforia dettata dalla speranza riposta nel rilancio di un talento e un certo timore che il giocatore ‘non ne avesse più’.

Celestini, già coronato quale migliore allenatore della Super League, dirige una squadra in cui milita un’altra ‘vecchia gloria’ quale Mesbah. Il Losanna si contraddistingue anche per un bel gioco che, tuttavia, spesso non porta gli sperati frutti, nonostante le numerose reti di Margiotta.

Bojinov, ora svincolato (come riportato da tmw), non è tuttavia riuscito a beneficiare della ‘cura-Celestini’: in 6 presenze non è mai comparso sul tabellino dei marcatori. Ad aver avuto ragione sono quindi stati gli ‘scettici’.

CONDIVIDI
Luganese, alle prese con gli studi di Diritto a Neuchâtel, nel proprio tempo libero unisce volentieri i suoi interessi per la scrittura e per il calcio, occupandosi della squadra della sua Città. È uno dei co-fondatori di Sport Lugano.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008