UEFA, si pensa ad un inserimento anticipato del VAR in Champions League

Sintesi Champions
Sintesi Champions

Martedì e mercoledì sera è andata nuovamente in scena la Champions League 2018-19, competizione che ci regala sempre tanto spettacolo e che è arrivata ai match di ritorno della fase a gironi.

Aldilà dei gol e dell’intrattenimento, particolare attenzione è stata posta sull’errore commesso dall’arbitro Viktor Kassai in Manchester City-Shaktar Donetsk, dove è stato assegnato un rigore inesistente a seguito di una simulazione di Raheem Sterling, caduto al suolo senza esser stato toccato. 

Infatti, l’arbitro ungherese è entrato in una vera e propria bufera, ricevendo critiche a destra e a manca per la svista e portando addirittura la UEFA a pensare di anticipare l’inserimento della VAR nella competizione. 

Come stabilito e dichiarato dai vertici negli ultimi tempi, il Video Assistant Referee sarebbe dovuto entrare nella scena europea nella prossima stagione, visto lo scetticismo dell’organo calcistico. Ma, dopo l’errore dello stesso Kassai, che è solo l’ultimo di una lunga serie, si potrebbe arrivare ad usare il dispositivo con qualche mese di anticipo, cosa voluta da diverse squadre partecipanti alla competizione. 

CONDIVIDI