Aleksander Ceferin ha parlato di bilanci in occasione della conclusione del suo primo anno da Presidente della UEFA.

Ecco le sue parole al Corriere dello Sport: “Stiamo anche lavorando per il futuro della Uefa a una nuova strategia globale coinvolgendo stakeholder interni ed esterni e potremmo annunciare delle novità già al Congresso di Bratislava del prossimo anno. Rapporti con l’Italia? Ho ottimi rapporti sia con il Presidente Tavecchio, sia con Michele Uva. Sono molto contento che ora Michele faccia parte del Comitato Esecutivo della Uefa perché ha una profonda conoscenza del calcio e sta portando nuove idee da cui il calcio europeo potrà trarre beneficio.”

“La Champions League è la più importante competizione sportiva al mondo – spiega Ceferin -. Sono state fatte alcune modifiche per il ciclo 2018-2021 ma l’aspetto chiave deve sempre rimanere il diritto per ogni club di potervi prendere parte. Per noi della Uefa una competizione chiusa e riservata a poche squadre è fuori discussione e i club questo lo sanno e lo comprendono. Il FPF è sempre necessario apportare delle modi che per essere al passo con l’evoluzione del calcio ma in generale le regole correnti ne hanno chiaramente dimostrato l’efficacia. La mia intenzione è di lavorare per aumentare la competitività nel calcio europeo e uno degli strumenti potrebbe essere una luxury tax o il tetto agli ingaggi”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008