Dopo il fischio finale della gara contro la SPAL, terminata con un pareggio per 1-1, il tecnico dell’Udinese Massimo Oddo è intervenuto ai microfoni di Rai Sport, per commentare il primo pareggio interno della sua gestione sulla panchina bianconera.

Secondo l’ex allenatore del Pescara, i suoi sono calati molto nella seconda metà di gioco: “Nel secondo tempo abbiamo creato poco, nel primo abbiamo fatto bene, ma siamo stati troppo leziosi perché potevamo fare il secondo e il terzo gol ma non ci siamo riusciti. Siamo stati poco concreti e cinici, nella ripresa abbiamo sofferto un po’ di più, non abbiamo costruito tanto anche per merito della SPAL. Abbiamo pareggiato ma siamo l’Udinese e va benissimo così.”

Il trainer non pensa all’Europa, obiettivo, secondo la stampa, concretizzabile dato il ruolino dell’Udinese finora: “Noi la pensiamo allo stesso modo, quando sono arrivato eravamo sestultimi, abbiamo recuperato terreno, è una posizione che va oltre le nostre possibilità, dietro di noi fino ad oggi c’erano Milan e Torino, squadre certamente più attrezzate di noi. Non dobbiamo scandalizzarci per il pareggio, dobbiamo arrivare al nostro obiettivo che è la salvezza, dopo ci porremo un altro obiettivo, se qualcuno aveva fatto voli pindarici lo aveva fatto all’esterno del nostro spogliatoio, noi siamo sempre rimasti con i piedi per terra.”

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008