Intervistato da Sky Sport nel postpartita di Udinese-Sampdoria, il tecnico dei blucerchiati Marco Giampaolo ha commentato la prestazione della squadra da lui allenata, che ha perso con il risultato di 4-0 contro i friulani.

L’allenatore ha affermato che molti calciatori hanno giocato al di sotto delle proprie possibilità, cosa confermata dai tanti errori commessi che hanno influito negativamente sulla partita. L’ex Empoli ha poi dichiarato che spera che questi quattro “schiaffi” servano come lezione ed ha poi parlato dei rigori assegnati, dell’unione del gruppo e di Puggioni, autore di una prestazione negativa.

Ecco le parole di Giampaolo:
“È stata una partita giocata al di sotto delle nostre possibilità da parte di tanti calciatori. C’è stata una serie di errori che hanno compromesso la partita, sono tanti e l’aspetto positivo è che spero ci faccia bene. C’è rabbia, delusione, rammarico, però può anche darsi che quattro schiaffi così ci facciano bene, ci facciano riflettere sulle cose. Qualche calcio di rigore era dubbio, ma non cambiano i contenuti della partita. I nostri demeriti sono stati superiori ai demeriti dell’Udinese”.
La tua squadra di solito attacca e difende insieme, oggi no. Squadra disunita. “Mi aspettavo un’Udinese ad aspettare e noi a ripartire, abbiamo lavorato per arginare il loro muro. Poi l’espulsione di Barreto ci ha complicato certamente i piani ed è diventato difficile. Abbiamo messo la difesa a tre, ma non lo avevamo mai fatto. Abbiamo cercato di non subire il loro palleggio e di non prendere gol. Nell’insieme sono stati tanti gli errori, diventa difficile giustificarci. Spero, ripeto, che ci faccia bene. Non ci sono partite scontate”.
Puggioni? Come si fa a vincere contro il Milan e poi perdere 4-0 a Udine? “Puggioni penso volesse accorciare su quella palla lì. C’è un concorso di colpa. Abbiamo perso un’occasione per dimostrare di poter uscire fuori dai luoghi comuni per cui fai una buona gara contro una squadra forte e poi perdi a Udine”.

CONDIVIDI