Alle ore 18 si è disputato, alla Dacia Arena di Udine, il match Udinese-Sampdoria, valido per la settima giornata del campionato di Serie A TIM 2017-18.

L’incontro si è rivelato come una disputa quasi unilaterale, con i padroni di casa che sono riusciti, con un’ottima prestazione, a vincere con il risultato di 4-0 surclassando gli avversari, protagonisti di una timida reazione soltanto nel finale di partita.

SINTESI PRIMO TEMPO:
La partita inizia su ritmi normali, con le due squadre che puntano a studiarsi l’una con l’altra per capire come muoversi in campo e, successivamente, attaccare. Le prime occasioni da gol sono proprio dei friulani, che riescono ad avvicinarsi alla porta di Puggioni con i vari De Paul, Barak e Lasagna, senza, però, rendersi pericolosi. Dopo pochi minuti, anche i blucerchiati riescono a creare qualcosa in fase offensiva e lo fanno con degli attivissimi Zapata e Quagliarella, che, almeno in questa prima parte di match, tirano molto in porta. Arriviamo dunque ad uno scambio equo di azioni fra i due team, che viene però interrotto al 27′, minuto nel quale il direttore di gara Fabbri assegna un rigore a favore dell’Udinese. E’ questo l’episodio che cambierà il match e permetterà ai giocatori di mister Delneri di avviarsi verso una strada che si rivelerà poi tutta in discesa. A trasformare il penalty, dopo un fallo di Puggioni su Maxi Lopez, è stato Rodrigo De Paul, che spiazza l’estremo difensore dei liguri con un tiro morbido e preciso all’angolino destro della porta. Da questo momento in poi, la prestazione degli uomini di Giampaolo inizierà a declinare ed il tutto verrà “favorito” dall’espulsione di Edgar Barreto a soli 5 minuti dalla fine della prima frazione. Il paraguaiano, già ammonito poco prima, si fa buttare fuori per un fallo, sciocco e decisamente evitabile, su Lasagna, cosa che indebolisce ulteriormente la sua squadra e che giocherà un ruolo fondamentale nella pesante sconfitta.

SINTESI SECONDO TEMPO:
Nella seconda frazione di gioco, l’Udinese riesce a consolidare e ad allargare il proprio margine di vantaggio sfruttando l’attuazione di un pressing ultra-offensivo, che porta i calciatori a rubare spesso palla per poi dirigersi verso l’area di rigore avversaria. Da evidenziare, in questi primi 10 minuti di gioco, una grande parata di Puggioni e i tentativi di Quagliarella, che prova a rimettere in piedi una partita ormai difficile da recuperare. Infatti, il portiere sampdoriano riesce a neutralizzare una grande occasione da gol per gli avversari, arrivati al tiro dopo una ripartenza terminata con la conclusione di Lasagna, miracolosamente parata dallo stesso Puggioni. Al 67′ arriva il secondo gol dei bianconeri, di nuovo su rigore. Questa volta è Fofana, atterrato da Torreira, a guadagnarsi il tiro dagli 11 metri, poi trasformato da Maxi Lopez. Nei minuti successivi abbiamo avuto la possibilità di vedere un Udinese più conservativa rispetto ai minuti precedenti, molto più protesa verso la fase difensiva per proteggere un buon risultato, che verrà poi ulteriormente aumentato. Infatti, dopo alcune occasioni per gli ospiti, gli udinesi trovano il terzo gol della partita sempre con Maxi Lopez. L’argentino, dopo una traversa colpita in posizione di fuorigioco, provoca il tracollo definitivo dei suoi ex riuscendo a sfruttare, con un bel tocco sotto che manderà la palla in rete, un ottimo filtrante di De Paul che lo mette a tu per tu con Puggioni. A pochi minuti dalla fine arriva anche il gol del 4-0, firmato da Fofana. L’ivoriano, questa volta, si guadagna il rigore e lo trasforma anche, rendendo il margine di vantaggio quasi imbarazzante.

Arrivano, dunque, tre punti importantissimi per l’Udinese, protagonista di una prestazione impeccabile con la quale mette in ginocchio la Sampdoria, che rimane dunque ad 11 punti in classifica e permette ai friulani di salire a quota 6.

Ecco il tabellino e le pagelle del match:

UDINESE (4-4-2): Bizzarri 6; Larsen 6.5, Angella 6.5, Nuytinck 6.5, Samir 6  (71′ Adnan 6); De Paul 7, Barak 6.5 (64′ Fofana 7), Behrami 6 (70′ Balic S.V.), Jankto 6.5; Lasagna 6, Maxi Lopez 7.5. A disposizione: Adnan, Bajic, Balic, Bochniewicz, Borsellini, Ewandro, Fofana, Ingelsson, Perica, Pezzella, Matos, Scuffett. Allenatore: Luigi Delneri

SAMPDORIA (4-3-1-2): Puggioni 4.5; Bereszynski 5.5, Silvestre 5.5, Ferrari 5, Strinic 5; Barreto 4, Torreira 5.5, Praet 6; Gaston Ramirez 5.5 (55′ Linetty 5.5); Zapata 6 (71′ Caprari S.V.), Quagliarella 6 (73′ Kownacki S.V.). A disposizione: Alvarez, Andersen, Capezzi, Caprari, Kownacki, Krapikas, Linetty, Murru, Regini, Sala, Tozzo, Verre. Allenatore: Marco Giampaolo

ARBITRO: Michael Fabbri di Ravenna.

MARCATORI: 27′ De Paul (Rigore), 66′ Maxi Lopez (Rigore), 85′ Maxi Lopez, 94′ Fofana

AMMONITI: 15′ Barak, 32′ De Paul, 76′ Fofana, 84′ Balic (Udinese); 29′ Barreto (Sampdoria).

ESPULSI: 40′ Barreto (Doppia ammonizione).

NOTE: Possesso Palla: 37% – 63% ; Tiri: 14-13; Punizioni: 6 – 18; Angoli: 3 – 4; Fuorigioco: 5 – 0; Falli: 12 – 10; Recupero: 2 minuti primo tempo, 4 minuti secondo tempo.

TOP 90ESIMO:
Udinese:
Maxi Lopez – 7.5: Fra le tante ottime prestazioni degli uomini di Delneri spicca quella dell’argentino, riferimento nel reparto offensivo dei friulani e talmente letale da stendere definitivamente i blucerchiati con una doppietta. Riesce a guadagnarsi anche il primo rigore, poi segnato da De Paul
Sampdoria:
Duvan Zapata – 6: il colombiano è senza dubbio il più attivo degli uomini di Giampaolo. Si muove moltissimo sul fronte d’attacco ma non gli arriva la giusta quantità di palloni. Purtroppo la sua prestazione è influenzata anche da quella di tutta la squadra, se la partita fosse andate diversamente forse lo avremmo visto con un voto diverso.

FLOP 90ESIMO:
Udinese:

Sampdoria:
Edgar Barreto – 4: il paraguaiano si gioca con Puggioni il titolo di peggiore in campo. L’ex Palermo si può considerare però l’artefice del tracollo della propria squadra siccome si fa espellere per un fallo ingenuo in un momento del match molto delicato, durante il quale sarebbe servito un uomo in più per reagire allo svantaggio.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008