#UdineseJuventus, i bianconeri fanno 8 su 8: 0-2 a Udine con Bentancur e Ronaldo

Udine – Alla Dacia Arena si gioca uno degli anticipi dell’ottava giornata della Serie A 2018/19. La squadra di Velazquez ha iniziato questa stagione in maniera abbastanza discontinua: oggi dovrà cercare di fermare la Juventus che ad ora pare un’assoluta schiacciasassi, sono infatti 9 le vittorie degli uomini di Allegri su 9 partite ufficiali disputate. I friulani provano a creare un gran densità in mezzo al campo per poi ripartire sfruttando la qualità e la velocità di De Paul e Lasagna; ospiti che si affidano al modulo classico con la novità Bentancur schierato da mezz’ala destra.

CRONACA – PRIMO TEMPO

Fin dall’inizio sono gli ospiti a fare la partita, la squadra di casa rimane abbastanza compatta e cerca di sfruttare le ripartenze. Primo squillo al minuto 7 per il solito Ronaldo che calcia da posizione defilata: la palla viene deviata e scheggia la traversa alle spalle di Scuffet. Al 19′ è Pjanic a provarci dalla distanza: il suo tiro è molto insidioso ma esce non lontano dall’incrocio dei pali. Primi 25 minuti tutti di marca Juve: la squadra di Allegri controlla il possesso, ma la buona organizzazione difensiva dei friulani non permette alla capolista di essere pericolosa. Al 33′ passano gli ospiti: Cancelo si libera sulla corsia di destra ben imbeccato da Bentancur, fa partire un cross preciso per lo stesso centrocampista uruguaiano che di testa, da pochi metri, non perdona un incolpevole Scuffet. Appena gli ospiti hanno provato ad affacciarsi avanti gli uomini di Allegri hanno colpito in contropiede. Dopo il vantaggio della Juve si accende la partita: prima Cancelo offre di prima un palla favolosa a Mandzukic che a pochi passi calcia a botta sicura ma trova un miracoloso salvataggio di Scuffet ad impedirgli di realizzare. Un minuto dopo, al 37′ la Juventus raddoppia: ennesimo lancio dalla destra, Mandzukic addomestica il pallone in area e scarica per Ronaldo che di prima, col mancino, lascia partire un bolide sul secondo palo imprendibile per il numero uno friulano. Al minuto 43 primo squillo anche per l’Udinese: Barak ci prova dalla distanza e palla che scheggia il palo alla sinistra di Szczesny. Dopo un minuto di recupero l’arbitro Abisso fischia la fine del primo tempo: non c’è stata partita con la Juve che ha dominato con una facilità disarmante la malcapitata squadra di casa.

SECONDO TEMPO

La seconda frazione di gioco si apre con un cambio: Emre Can sostituisce un acciaccato Matuidi. Al minuto 50 i friulani hanno una colossale occasione per riaprire il match: punizione battuta in area da De Paul, prima impatta Samir, successivamente Lasagna, si crea una mischia e Alex Sandro sulla linea di porta riesce a salvare. Padroni di casa che hanno iniziato comunque molto meglio la ripresa. Al 55′ è Dybala ad avere una buona occasione ma il suo tiro col mancino finisce alto sopra la traversa. Sette minuti dopo è Barak a provarci di nuovo da fuori, il suo mancino però si spegne sul fondo a lato del palo destro della porta juventina. A metà secondo tempo arriva un’altra grande occasione per gli ospiti: Ronaldo offre una buona palla al neo entrato Bernardeschi che calcia molto bene sul primo palo, è però ancora reattivo Scuffet che si distende sulla sua sinistra e devia in angolo. Pochi minuti più tardi è Mandzukic che scheggia il palo con un bel diagonale dopo un’ottima assistenza del propositivo Bernardeschi. Al minuto 74 la Juventus sciupa l’opportunità di chiudere definitivamente i conti: Ronaldo calcia dall’interno dell’area, il tiro però è troppo centrale ed è nuovamente Scuffet con un grande intervento a salvare i suoi. All’85’ è Cancelo che cerca la via del gol: gran destro da fuori ma Scuffet ancora una volta devia sulla traversa. Se non fosse stato per l’estremo difensore friulano il margine tra le due squadre sarebbe stato molto più ampio. Negli ultimi minuti la Juve si limita ad amministrare il vantaggio. Decima vittoria in 10 partite ufficiali in questo inizio di stagione per gli uomini di Allegri: match dominato dal primo all’ultimo minuto. Poco propositiva invece la squadra allenata da Velazquez, pericolosa solo con improbabili tentativi dalla distanza.

TABELLINO E PAGELLE

UDINESE (4-1-4-1) – Scuffet 7; Larsen 5,5; Troost-Ekong 5; Nuytinck 5,5; Samir 6; Behrami 5,5 (62′ Pussetto 6); Barak 5,5 (75′ Teodorczyk S.V.) ; Fofana 6; Mandragora 5,5; De Paul 5; Lasagna 5,5 (86′ Vizeu S.V.); All. Velazquez

JUVENTUS (4-3-1-2) – Szczesny 6; Cancelo 7,5; Bonucci 6,5; Chiellini 6,5; Alex Sandro 6; Bentancur 7; Pjanic 6,5 (89′ Barzagli S.V.); Matuidi 6 (46′ Emre Can 6); Dybala 5,5 (66′ Bernardeschi 6,5); Mandzukic 6,5; Ronaldo 7; All. Allegri

Marcatori – 33′ Bentancur (J); 37′ Ronaldo (J);

Ammoniti – 50′ De Paul (U); 79′ Samir (U); 82′ Lasagna (U); 94′ Mandzukic (J)

Espulsi – Nessuno

Note – 1 min recupero primo tempo; 4 min recupero secondo tempo

Arbitro – Sig. Abisso Rosario sezione di Palermo

TOP 90ESIMOCancelo (Juventus) voto 7,5: partita di grande qualità e sostanza per l’ex  interista; spina nel fianco della retroguardia friulana dal primo all’ultimo minuto. Stupendo l’assist per Bentancur; nel finale solo Scuffet gli toglie la gioia del gol.

FLOP 90ESIMODe Paul (Udinese) voto 5: l’uomo in più per Velazquez in questo inizio stagione; questa sera non riesce mai ad incidere. La squadra in gira e lui scompare poco a poco nel corso del match

CONDIVIDI