#UdineseFiorentina – Veretout e Simeone nel nome di Astori, i viola vincono 0-2 a Udine – LE PAGELLE

La gara tra Udinese e Fiorentina, recupero della 27^ giornata della Serie A TIM, è terminata sul risultato di 0-2: a segno Veretout su rigore al 29′ e Simeone al 71′.

I padroni di casa dell’Udinese iniziano meglio la partita, pressando alto in maniera asfissiante e cercando di negare la prima costruzione del gioco agli avversari, ma è la Fiorentina a rendersi pericolosa per prima con Chiesa, che calcia due volte dal limite mancando la porta di poco, prima alla destra (7′) e poi alla sinistra (10′) di Bizzarri. Al 13′, mentre le squadre palleggiano sterilmente in mezzo al campo, tutto lo stadio si alza in piedi ed esplode in un lungo e fragoroso applauso per ricordare Davide Astori, ad un mese dalla tragica notte in cui è scomparso. Dopo la doverosa parentesi per ricordare il capitano viola, i bianconeri riprendono il filo del match, con Perica che al 19′ si libera bene di Pezzella e calcia verso la porta, trovando la pronta risposta di Sportiello. Il rischio corso sveglia la Fiorentina che, dopo una doppia occasione fallita da Falcinelli, si porta in vantaggio al 29′: Chiesa scambia bene proprio con il centravanti ex Crotone e si infila in area, dove viene abbattutto maldestramente da Giuseppe Pezzella. Banti non ha dubbi e concede calcio di rigore, che viene trasformato da Veretout. Dopo essere passata in svantaggio, l’Udinese non riesce a reagire ed a rendersi pericolosa ed il primo tempo termina così sul risultato di 0-1.

Nella ripresa Oddo inserisce subito Ingelsson e Jankto per Halfredsson e Pezzella, autori di prove negative, e la musica cambia, con i bianconeri che mostrano un altro atteggiamento e si rendono subito pericolosi con un tiro a giro del Nazionale ceco. Nonostante siano i padroni di casa a controllare il gioco per larghi tratti, sono ancora i viola a sfiorare la rete con Pezzella, la cui incornata su calcio d’angolo termina a lato. La gara si decide al 67′, quando Pioli mette in campo Gil Dias per Saponara e toglie Falcinelli per fare spazio a Simeone. Quest’ultimo cinque minuti più tardi trova il gol del definitivo 0-2: Chiesa taglia verso il centro e strappa, seminando un paio di avversari, serve l’argentino, che in area vince un rimpallo e batte Bizzarri con un tiro rasoterra. Nel finale c’è spazio tra le fila friulane anche per il rientro dall’infortunio di Lasagna, che da solo si procura tre occasioni, ma il risultato non cambia più: alla Dacia Arena finisce 0-2. La Fiorentina raggiunge Sampdoria ed Atalanta al settimo posto, a -3 dal Milan sesto. Sembra invece essere definitivamente crisi per l’Udinese, virtualmente salvo a quota 33, ma alla settima sconfitta consecutiva.

 

UDINESE (3-5-2): Bizzarri 6; Stryger Larsen 6,5, Danilo 5, Samir 5,5; Widmer 6, Barak 6, Balic 5,5, Halfreddson 5,5 (dal 46′ Jankto 6,5), Gi. Pezzella 5 (dal 46′ Ingelsson 6,5); De Paul 6 (dal 72′ Lasagna 6,5), Perica 5,5. A disp.: Scuffet, Borsellini, Nuytinck, Zampano, Adnan, Ndreu, Pontisso, Lopez. All. Oddo.

FIORENTINA (4-3-1-2): Sportiello 7; Milenkovic 6, Ge. Pezzella 6, Vitor Hugo 6,5, Biraghi 6; Benassi 5,5, Dabo 6,5, Veretout 7; Saponara 6,5 (dal 67′ Gil Dias 6); Chiesa 7 (dall’87’ Eysseric s.v.), Falcinelli 6 (dal 67′ Simeone 6,5). A disp.: Cerofolini, Dragowski, Laurini, Hristov, Olivera, Gaspar, Cristoforo, Lo Faso. All. Pioli.

ARBITRO: Luca Banti della sezione di Livorno

MARCATORI: Veretout su rigore al 29′, Simeone al 71′

AMMONITI: Hallfredsson al 26′, Ge. Pezzella al 44′, Vitor Hugo al 56′, Chiesa al 57′, Saponara al 67′, De Paul al 67′

ESPULSI: –

NOTE: nessun minuto di recupero nel primo tempo, tre minuti nel secondo tempo.

TOP NOVANTESIMO – Veretout 7 Solita partita di grande quantità, sostanza ed intelligenza, a cui questa volta abbina anche la trasformazione del rigore del vantaggio. Mattatore del centrocampo.

FLOP NOVANTESIMO – Giuseppe Pezzella 5 Provoca un calcio di rigore con un intervento ingenuo, dovuto anche ad un’errata postura del corpo in fase difensiva, indirizzando così la gara in favore della Fiorentina. Prova a farsi perdonare ma non basta ed Oddo lo sostituisce ad inizio ripresa.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Studio le lingue straniere, adoro la letteratura francese ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.