Si è da poco concluso sul risultato di 2-1 il match tra Udinese e Cagliari, valido per la 33a giornata del campionato di Serie A. Con questa vittoria i friulani salgono a 43 punti in classifica, mentre i sardi non riescono a dare continuità alla vittoria sul Chievo di sabato scorso e restano a quota 38.

PRIMO TEMPO – Fin dai primi minuti lo spartito del match pare abbastanza chiaro, con entrambe le squadre che cercano di adottare un atteggiamento propositivo. Ci riescono meglio i padroni di casa, che dopo sei minuti costruiscono già la prima occasione: Jankto serve Zapata in area, ma Rafael respinge la conclusione del colombiano; la respinta finisce sui piedi di De Paul, ma il portiere brasiliano è ancora attento e fa buona guardia. Al 16′ ci prova De Paul su punizione con la palla che finisce alta non di molto. Al 25′ prima vera occasione per gli ospiti: Isla suggerisce per Joao Pedro, che colpisce di testa in tuffo da ottima posizione non trovando di poco lo specchio della porta. Al 30′ l’episodio che potrebbe segnare la svolta del match: Barella stende Widmer in area di rigore e per il direttore di gara è penalty. Dal dischetto, però, Thereau si fa ipnotizzare dall’estremo difensore rossoblu. Al minuto 43 occasione per Sau, che si gira improvvisamente dopo un stop di petto: palla fuori. Nell’ultimo minuto della prima frazione Udinese vicinissima al gol: De Paul raccoglie sul secondo palo un cross di Jankto, ma l’argentino trova la deviazione decisiva di Murru che devia la conclusione in corner.

SECONDO TEMPO – La seconda frazione inizia con gli stessi ventidue dei primi 45 minuti. Entrambe le squadre provano a spingere, ma non riescono a rendersi pericolose fino al 61′ quando Thereau di testa non trova la porta da buona posizione. Al minuto 70 si sblocca la gara: Perica raccoglie al limite dell’area, punta Bruno Alves e scarica un destro potentissimo alle spalle di Rafael. E’ 1-0. Tre minuti dopo arriva addirittura il raddoppio. Sugli sviluppi di un corner per i friulani, pasticcio della difesa del Cagliari che non riesce ad allontanare la sfera: Perica tocca per Angella che infila da pochi passi e fa 2-0. Tre minuti dopo il solito Perica colpisce il palo con un destro ad incrociare da posizione defilata. All’86 i sardi riescono ad accorciare le distanze: cross di Isla ed incornata del solito Borriello che sigla così il suo 16esimo gol in campionato. Due minuti dopo il Cagliari potrebbe addirittura pareggiare, ma Farias a tu per tu con Karnezis non riesce a superare il portiere greco. Ospiti vicino al pareggio anche al minuto 92: Karnezis buca l’uscita, Farias raccoglie e appoggia per Salamon che conclude a porta spalancata; Danilo effettua un salvataggio miracoloso e conserva il vantaggio. Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro Mariani fischia la fine: Udinese-Cagliari 2-1.

UDINESE (4-3-3) – Karnezis 5,5; Widmer 6,5, Danilo 6,5, Angella 6,5, Felipe 6; Badu 5,5 (58′ Kums 6), Hallfredsson 6, Jankto 6,5 (90′ G. Silva sv); De Paul 6,5, Zapata 5,5, Thereau 4,5 (66′ Perica 7,5). All. Delneri.

CAGLIARI (4-3-1-2) – Rafael 7, Isla 6,5, Salamon 6, B. Alves 5, Murru 5,5, Barella 5 (76′ Faragò sv), Tachtsidis 6, Deiola 6 (80′ Padoin sv), João Pedro 5 (69′ Farias 5,5), Sau 6 , Borriello 6,5. All. Rastelli.

ARBITRO: Mariani (sez. Aprilia)

MARCATORI: 70′ Perica (UDI), 73′ Angella (UDI), 86′ Borriello (CAG).

AMMONITI: 58′ Felipe (UDI), 69′ Barella (CAG).

ESPULSI: –

TOP 90ESIMOPERICA: entra e spacca la gara, determinante il suo ingresso al posto di uno spento Thereau.

FLOP 90ESIMO THEREAU: sbaglia un rigore e diverse altre occasioni, da un giocatore della sua esperienza e della sua caratura è lecito aspettarsi di più.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008