Si è da poco concluso sul risultato di 1-1 il match tra Udinese e Atalanta, anticipo della 35a giornata del campionato di Serie A. Una partita vivace, con i ragazzi di Gasp che, complice qualche acciacco e qualche assenza, non riescono a fornire una grande prestazione. I nerazzurri salgono a quota 65 in classifica; rimandata, quindi, la matematica qualificazione in Europa League. Buona, invece, la prova dei padroni di casa, che si avvicinano alla parte sinistra della classifica, ora distante solo due punti (in attesa del match della Sampdoria).

PRIMO TEMPO – La gara inizia subito su buoni ritmi. La prima occasione arriva al 9′ con Zapata che conclude di prima intenzione dopo un rimpallo: Berisha è attento e devia in corner. Al 13′ ci provano gli ospiti: Gomez si vede respingere una conclusione da Karnezis e sulla ribattuta il portiere greco è ancora bravo a salvare su Petagna. Leggermente meglio l’Udinese nella prima fase di gioco, con l’Atalanta che commette molti errori in fase di impostazione. Al 32′ conclusione dell’esordiente Balic, ma il portiere dei nerazzurri non ha problemi a fare sua la sfera. Al minuto 42 la gara si sbocca: sugli sviluppi di un corner, il Papu Gomez mette in mezzo e trova Cristante che con una grande torsione batte Karnezis sul secondo palo. I bergamaschi provano a sfruttare l’inerzia del gol di vantaggio ed al 44′ creano un’altra buona occasione: Masiello trova Spinazzola in inserimento, ma il tiro dell’ex Perugia viene deviato in calcio d’angolo.

SECONDO TEMPO – La seconda frazione di gioco inizia sui ritmi dei primi 45 minuti. Gasperini inserisce D’Alessandro al posto del già ammonito Raimondi, graziato dall’arbitro in un’occasione. L’Udinese prova a spingere sull’acceleratore e al minuto 53 trova il gol del pareggio: Jankto porta palla in avanti e serve De Paul; l’argentino trova un grande assist per Perica, che calcia di prima intenzione; grande risposta di Berisha, che sulla ribattuta del giovane attaccante non può nulla. Dopo questo gol l’Udinese trova coraggio e spinge per trovare il gol del vantaggio, mentre i nerazzurri provano a gestire il momento di difficoltà. Al 62′ occasione per i friulani: colpo di testa di Felipe, palla fuori di poco. Nei minuti successivi i padroni di casa continuano a fare la partita, con gli ospiti in sofferenza. Le occasioni, però, sono poche. Qualche tentativo su calcio piazzato e nulla più. Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro Di Bello fischia la fine: Udinese-Atalanta 1-1.

UDINESE (4-3-1-2) – Karnezis 6.5; Widmer 6, Danilo 6, Felipe 6, Adnan 6; Balic 6 (61′ Kums 5,5), Halfredsson 5,5, Jankto 6,5; De Paul 6,5; Perica 7 (76′ Ewandro sv), Zapata 6 (72′ Thereau 6). All. Delneri.

ATALANTA (3-4-1-2) – Berisha 6,5; Toloi 5, Caldara 6, Masiello 6; Raimondi 5 (46′ D’Alessandro 6), Cristante 6,5, Grassi 6, Spinazzola 6; Kurtic 5,5 (56′ Bastoni 6); Petagna 6, Gomez 6 (62′ Mounier 5). All. Gasperini.

MARCATORI: 41′ Cristante (ATA), 53′ Perica (UDI).

AMMONITI: 33′ Raimondi (ATA), 34′ Balic (ATA), 43′ Felipe (UDI), 55′ Kurtic (ATA), 61′ Masiello (ATA), 88′ De Paul (UDI)

ESPULSI: –

ARBITRO: Di Bello.

TOP 90ESIMOPERICA: ennesima buona prestazione del promettente attaccante, che ricambia ancora una volta la fiducia di mister Delneri. Viene preferito a Thereau e corona con il gol del definitivo 1-1 l’ottimo momento di forma.

FLOP 90ESIMO – TOLOI: sbaglia diversi movimenti, in particolare quello sul gol di Perica. Solito grande agonismo, ma questa volta non ha la stessa lucidità dei compagni di reparto.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008