Udinese, Delneri: “Sono l’allenatore e decido io come fare la formazione”

L’allenatore dell’Udinese, Gigi Delneri, ha commentato a la Gazzetta dello Sport i recenti rumors che lo davano in bilico sulla panchina friulana:

“Panchina salvata? Non avevo nessun ultimatum, abbiamo parlato, come facciamo sempre. La società non mi ha chiesto la difesa a tre. A parte che non avrei gli uomini per farlo, secondo voi a 67 anni mi farei dare la formazione da qualcuno? Sono l’allenatore e decido io. Ci sono troppe pressioni per una squadra appena nata, ci sono molti giocatori nuovi, come Barak, Lasagna, Behrami. Serve una punta da 10 gol? Si, eccome. E spero che sia Maxi Lopez, un centravanti che aiuta la squadra. Rimpianti per Thereau? No, ha fatto una scelta, cercava nuove motivazioni. È un attaccante particolare, un accentratore: senza di lui, abbiamo cambiato modo di giocare”

Su Barak:È un centrocampista di qualità, che sa adattarsi: nella nazionale ceca fa il trequartista. Ma non dimentico Behrami, che si è rimesso in discussione. 6-2 contro la Juventus? Non è stata la partita peggiore, per 50 minuti abbiamo tenuto, Buffon ha fatto miracoli, sul 2-2 sono arrivati due gol da calci piazzati. Abbiamo sbagliato le prime due, con Chievo e Spal. Le altre no, possiamo migliorare

CONDIVIDI
Tifosissimo del Milan! Oltre al calcio, appassionato di Formula 1, Basket, Tennis e Ciclismo. Uno dei redattori all'interno di Fanta90. Gestisce la rubrica dedicata al calcio spagnolo: LaLiga Futbòl.