L’inizio del nuovo campionato di Serie A si avvicina sempre di più, tra meno di un mese si parte con la nuova stagione che si preannuncia esaltante e combattuta dopo un calciomercato ricco di colpi di scena.

Il campionato 2017/18 sarà inaugurato dalla Juventus campione d’Italia, che partirà in casa contro il Cagliari nel primo anticipo stagionale e partirà di fatto la caccia alla Juve, che da ormai 6 anni domina in modo incontrastato la nostra Serie A. Nonostante i bianconeri siano reduci da 6 scudetti consecutivi dove la maggior parte degli anni è riuscita a vincere senza troppe rivali, nel corso degli anni abbiamo visto la Vecchia Signora cambiare più volte abito ma senza perdere la mentalità da vincente che l’ha contraddistinta negli ultimi tempi.

Tornando indietro con gli anni possiamo ricordare partenze eccellenti come quelle di Vidal, Tevez, Pirlo, Pogba mentre quest’estate i tifosi bianconeri hanno dovuto salutare Leonardo Bonucci e Dani Alves e, nonostante quest’ultimo fosse alla Juve solamente da una stagione, è stato decisivo per la vittoria di campionato e Coppa Italia.

La Juve oltre alle cessioni importanti è riuscita però a regalare a Mister Allegri diversi rinforzi per la nuova stagione come Bernardeschi e Douglas Costa e, in attesa di altri colpi sul mercato, proviamo ad andare a vedere come potrà scendere in campo la Juve nel corso del prossimo anno.

4-2-3-1 Il modulo adottato da Allegri durante la scorsa stagione sarà riconfermato anche per la prossima e la conferma arriva dalle scelte di mercato, indirizzate a rafforzare la rosa principalmente nel reparto offensivo, vista l’idea del tecnico di giocare con molti uomini in attacco.

DIFESA Prima di soffermarci sull’attacco è bene focalizzare l’attenzione sulle retrovie della squadra, dove un pilastro come Bonucci ha abbandonato la squadra e di conseguenza rivoluzionato le gerarchie di Allegri. Con la partenza di Bonucci potranno trovare più spazio Rugani e Benatia rispetto alla passata stagione, dove sono stati fermati più volte da guai fisici. Chiellini è pronto a prendere in mano le redini della difesa, mentre Barzagli potrà rifiatare un po’ di più lasciando spazio ai due citati in precedenza. Non è da sottovalutare l’acquisto di un nuovo difensore, negli ultimi giorni sono usciti i nomi di Gimenez e Manolas anche se le trattative attualmente sono abbastanza complesse. Per quanto riguarda le fasce sulla sinistra continuerà ad agire Alex Sandro mentre sulla destra si giocano il posto Lichsteiner e il neo acquisto De Sciglio, che può ricoprire entrambe le corsie. Sul mercato si continua a monitorare Cancelo, terzino destro del Valencia e valutato 25 milioni dal club spagnolo.

CENTROCAMPO Prendere un centrocampista è il nostro obiettivo”, ha dichiarato ieri Beppe Marotta in occasione del sorteggio del calendario. Attualmente il duo centrale è composto da Pjanic e Khedira, con Marchisio pronto a subentrare ma considerando turnover ed eventuali problemi fisici che possono verificarsi durante il corso di una stagione l’acquisto di un centrale diventa fondamentale per la Juve. Il sogno dell’estate si chiama N’Zonzi ma la richiesta troppo alta del Siviglia (40 milioni) costringe la Juve a spostare l’attenzione su altri obiettivi. Sfumato (o quasi) N’Zonzi l’obiettivo è diventato Matuidi, da tempo sul piede di partenza dal PSG e con destinazione Juve gradita. Come altre alternative ci sono Emre Can (Liverpool) e Matic (Chelsea), accompagnati però da un cartellino piuttosto alto che fa tentennare la società bianconera. Sul fronte uscita, invece, uno tra Rincon, Lemina e Sturaro potrebbe partire per trovare più continuità.

ATTACCO Usando un modulo prettamente offensivo di conseguenza serve un attacco di sostanza e qualità. Mentre Higuain è confermato unica punta cambieranno i 3 uomini che agiranno alle sue spalle, con i neo acquisti Costa e Bernardeschi sulle fasce e Dybala nel ruolo di trequartista. Allegri potrà sfruttare la duttilità tattica di Costa, adatto sia per la fascia destra che sinistra e mancino come l’ex Fiorentina. Il brasiliano predilige la corsia destra vista la possibilità di rientrare con il suo piede e calciare in porta, ma allo stesso tempo può essere decisivo anche sul versante opposto con gli assist col sinistro per i compagni in area di rigore. In questo modo, giocando sulla sinistra, lascerebbe a Bernardeschi più libertà per concludere verso la porta. Con i nuovi innesti rischia di trovare meno spazio Mandzukic, che tornerà a rivestire il ruolo di vice Higuain e non più titolare come esterno d’attacco. La stessa cosa vale per Cuadrado, considerato da Allegri un importante pedina da utilizzare a gara in corso sfruttandone la velocità ed imprevedibilità. Sul mercato invece occhio a Keita della Lazio e al duello a distanza contro l’Inter. La Juve ha presentato un’offerta di 20 milioni a Lotito per l’attaccante senegalese ed ora aspetta risposta da parte dei biancocelesti e soprattutto un eventuale contro offerta dei nerazzurri. Il mercato continua ad essere caldo, in attesa del campionato.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008