Tornare al top per coronare il “sogno” Real Madrid: Paul Pogba ha le idee chiare

Arrivato a Torino il 3 agosto del 2012 a parametro zero dal Manchester United, Paul Pogba in poco tempo si è affermato come uno dei principali talenti della Serie A. Capace di giocare in più posizioni è stato senza dubbio uno dei punti forti della Juventus di quegli anni. Autore di gol meravigliosi, di giocate spaziali il francese ha attirato su di se le attenzioni dei principali club europei.

Si sono informate, con Mino Raiola prima e con la Juventus poi, le due big spagnole (Barcellona e Real Madrid) oltre a Paris Saint-Germain e Manchester United, che il 9 agosto del 2016 lo riporta “a casa” sborsando circa 100 milioni di euro, cifra che ha assicurato ai bianconeri una super plusvalenza.

Gli anni con Mourinho sono i più difficili della sua carriera, fuori ruolo in un centrocampo a due, Pogba non riusciva più ad esprimere ciò che aveva fatto vedere a Torino. Nonostante ciò nel 2017 lo United vince l’Europa League, uno dei tanti trofei che Pogba ha vinto in carriera.

Il più importante è quello del 2018, il Mondiale vinto con la Nazionale francese. Proprio dal ritiro dei transalpini, negli ultimi giorni Pogba ha dichiarato che gli piacerebbe, un giorno, diventare un giocatore del Real Madrid, “il sogno di tutti”.

La parabola di Pogba ha avuto un andamento particolare (come precedentemente descritto) non solo per colpe proprie. Ad ogni modo ha tutte le carte in regola per fare un ulteriore salto di qualità ed ha l’età dalla sua parte, nonostante calchi i principali palcoscenici mondiali da anni ormai.

L’obiettivo per il “Polpo” quindi deve essere quello di tornare il top nel suo ruolo: tornare dominante in tutte e due le fasi per novanta minuti. A quel punto il Real Madrid non sarà più solo il suo “sogno” ma la pura realtà.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008