Il Torino del bomber Belotti, all’inseguimento di Dzeko nella classifica marcatori, ospita il Napoli di Maurizio Sarri che vuole assolutamente conquistare i tre punti per mettere pressione alla Roma, attualmente seconda in classifica a +1 dal Napoli, nella corsa all’accesso diretto per quanto riguarda la Champions League.

PRIMO TEMPO – Il match parte con un Napoli che aggredisce subito il Torino, conquistando con un ottimo pressing e ripartendo velocemente, grazie anche ad un grande fraseggio palla a terra. I granata sembrano accusare l’aggressività degli avversari, che al 7′ si portano subito in vantaggio: grande pallone in profondità di Allan che libera Callejon in area di rigore, lo spagnolo lascia partire un destro che non lascia scampo ad Hart trovando il suo undicesimo gol in campionato. Appena 5′ più tardi ancora i partenopei si fanno pericolosi dalle parti di Hart: Hamsik serve in area Allan che perde l’attimo, non calcia, prova il servizio per Mertens ma trova il tocco di Carlao che mette il pallone in calcio d’angolo. Al 18′, nel giro di un minuto, il Napoli ha una doppia occasione per raddoppiare: prima Callejon, su grande palla di Hysaj, disorienta la difesa del Toro con una finta di corpo e con il sinistro mette il pallone a lato di pochissimo, in seguito lancio da fallo laterale di Ghoulam, una clamorosa disattenzione del Toro libera Mertens tutto solo davanti ad Hart. Il belga prova il pallonetto ma il pallone finisce di poco alto sopra la traversa. Il Torino sembra veramente non pervenuto e nemmeno entrato in campo, allora ci prova al 22′ Ljajic a dare la carica ai suoi:  si avventa su una corta respinta di testa di Koulibaly e prova il destro da fuori area, pallone si spegne a lato non di molto. Al 30′ però è ancora il Napoli ad andare vicino al gol: tocco di Mertens che libera in area di rigore Hamsik. Lo slovacco, chiuso dalla difesa del Toro serve Insigne che prova un pallonetto a superare Hart: pallone che finisce alto sopra la traversa. Al 37′ Mertens si trova a tu per tu con Hart, trovando una prima grande risposta del portiere granata. L’assistente dell’arbitro ferma tutto segnalando fuorigioco ma al momento del lancio di Insigne la posizione del belga era regolare. Si chiude, dopo un minuto di recupero, con questa ultima chance il primo tempo fra Torino e Napoli, con i partenopei che conducono per 1-0 grazie alla rete di Callejon. Un parziale che però sarebbe potuto essere sicuramente più ampio, visto il dominio dei giocatori allenati da Maurizio Sarri.

 SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con gli stessi 22 del primo tempo. Al 48′ Benassi prova una velenosa conclusione da fuori area, Reina risponde presente allontanando la minaccia. Al 56′ ancora Toro vicino al pari: una palla di Iago Falque serve in area Belotti. L’attaccante non riesce a girarsi per la pressione di Albiol, il pallone finisce a Boyè che dal limite dell’area prova una conclusione a giro che finisce a lato di pochissimo. Appena 2′ dopo però il Napoli si rifà vivo dalle parti di Hart: Hamsik, di testa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo mette il pallone a lato davvero di poco. Allo scoccare dell’ora di gioco i partenopei però trovano il raddoppio e lo fanno con Insigne:  Iturbe perde palla, Callejon effettua un lancio per Mertens che a memoria mette in mezzo il pallone per l’ala italiana, il cui tiro di prima intenzione piazzato sul primo palo supera Hart. Al 72′ arriva anche il 3-0 del Napoli: Insigne lancia in profondità Mertens. Il belga rientra sul destro mandando a spasso Rossettini e lascia partire un destro che beffa Hart sul primo palo. Non incolpevole, in questo caso, l’estremo difensore granata. Il Torino è totalmente all’angolo, non riesce a respingere gli assalti del Napoli che trova addirittura il 4-0 al 76′, con la doppietta di Callejon: Mertens allarga per Ghoulam che fa partire un cross teso in mezzo all’area, sul secondo palo arriva in spaccata lo spagnolo che trova la rete in spaccata. I partenopei non si fermano più e trovano anche il 5-0 con Zielinski al 78′: Callejon fa partire uno splendido assist al volo che serve Zielinski in area di rigore. Grande conclusione del polacco che non lascia scampo a Hart. Al minuto 80′ si fa vedere il Torino: Molinaro prova la conclusione dall’interno dell’area di rigore, la difesa del Napoli si rifugia in angolo. Gli ultimi dieci minuti di partita sono un semplice attendere il triplice fischio, che arriva al 93′ e che lancia momentaneamente il Napoli di Sarri secondo in classifica in attesa di Roma-Juventus di questa sera.
TABELLINO E PAGELLE: 
Torino (4-2-3-1): Hart 6; Zappacosta 5, Rossettini 5.5, Carlão 5 , Molinaro 5; Benassi 5.5 (dal 52′ Gustafson 5.5), Baselli 6 (dal 75′ Obi 5.5); Iago Falque 5.5, Ljajic 6, Boyè 6 (dal 59′ Iturbe 4.5); Belotti 5. All: Mihajlovic

Napoli (4-3-3): Reina 6; Hysaj 6.5, Albiol 6.5, Koulibaly 6.5, Ghoulam 6; Allan 6 (dal 64′ Zielinski 7) , Jorginho 6.5, Hamsik 6.5 (dal 66′ Rog 6) ; Callejon 8.5 (dal 82′ Milik s.v), Mertens 7.5, Insigne 7. All: Sarri

MARCATORI: 7′ Callejon (NAP), 59′ Insigne (NAP), 72′ Mertens (NAP), 76′ Callejon (NAP), 78′ Zielinski (NAP).

AMMONITI: 8′ Baselli (TOR), 53′ Gustafson (TOR), 56′ Albiol(NAP).

ESPULSI:

ARBITRO: Irrati (Pistoia).

TOP 90ESIMOCallejon 8.5:  Si parla sempre di Mertens, Insigne ed Hamsik, forse troppo poco di Callejon: 13 gol in campionato, 11 assist. Giocatore fondamentale per il Napoli e per il gioco di Sarri. Un giocatore in grado di giocare praticamente tutte le partite possibili in stagione, ed essere sempre decisivo. Grande abnegazione, tecnica e spirito di sacrificio, abbinati ad istinto, senso del gol e della posizione. Giocatore completo.

FLOP 90ESIMO – Iturbe 4.5: Disastroso. Entra in campo e perde il pallone che permette al Napoli di innescare il 2-0 firmato Insigne. Non solo, tanti errori banali su palloni semplicissimi, oltre che i classici di distrazione e imprecisione ai quali ora mai ci ha abituato. Sembra un altro giocatore rispetto quello ammirato a Verona: deve uscire dal tunnel, le qualità le ha.

CONDIVIDI
Amante di Inter e del calcio in tutte le sue forme, Classe 1995, redattore di Novantesimo. Come la squadra che ama, si sente un po' pazzo anche lui a volte. Telecronista per Sportube e Helpdesk per BonelliErede. Hobby? Videogiochi, serie tv e libri.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008