#TorinoInter – Ljajic punisce, Nkoulou ferma un’Inter sfortunata: 1-0 all’Oimpico – LE PAGELLE

Torino – Belotti – Ljajic

La partita tra Torino ed Inter, valida per il 31° turno di Serie A, è terminata sul risultato di 1-0: decisiva la rete di  Ljajic al 36′.

 

In avvio di gara l’Inter non riesce a sviluppare la propria manovra come fatto nelle ultime settimane, complice anche lo schieramento e l’aggressività iniziale del Torino. I nerazzurri corrono addirittura un pericolo nella propria area di rigore al 9′, ma Iago Falque manca l’appuntamento con il pallone sul cross tagliato di Ljajic. Dopo i primi dieci minuti di difficoltà, esce la qualità della squadra di Spalletti , che si rende pericolosa soprattutto su azione di calcio da fermo grazie agli uomini del proprio tridente. All’11’ Sirigu non controlla bene un cross di Cancelo e regala palla a Perisic, che prova un pallonetto debole che termina tra le braccia del portiere avversario. Due minuti più tardi l’estremo difensore granata si riscatta, deviando miracolosamente in corner un tentativo da dentro l’area di Icardi, e poi ancora al 18′, respingendo la potente conclusione di Candreva. I nerazzurri si rendono pericolosi anche al 20′, un’altra volta su calcio d’angolo, ma il colpo di testa di Perisic scheggia la parte superiore della traversa. L’Inter crea gioco e si trova la via del vantaggio sbarrata da Sirigu, ottimo nel rispondere ad uno schema su corner che favorisce il tiro da fuori di Candreva. A passare in vantaggio nella partita dell’Olimpico Grande Torino sono però gli uomini di Mazzarri al 35′: Belotti si libera in mezzo al campo e punta verso l’area avversaria, Perisic lo rimonta ma tocca la palla verso De Silvestri, che serve in mezzo Ljajic tutto solo per il più facile del gol degli ex. Dopo aver incassato il gol, i nerazzurri perdono la testa e le distanze e non riescono a reagire: il primo tempo si conclude così sul risultato di 1-0.

Nella ripresa il Torino comincia meglio la gara, sfiorando due volte il raddoppio con De Silvestri sugli sviluppi di calcio di punizione (bene Handanovic) e con Ljajic, che spreca un bell’assist di Ansaldi. Dal 60′ in poi però è monologo Inter, con la palla che non ne vuole sapere di entrare. Prima Sirigu è bravo a respingere sull’incornata di Skriniar su punizione di Cancelo, poi ci pensa Nkoulou a salvare su Miranda quando il suo portiere non ci arriva. I calci piazzati sono una chiave per le occasioni dell’Inter, che colpisce un palo con Rafinha al 70′ e sull’azione successiva rischia di causare l’autogol di Ansaldi. Nel finale Spalletti butta dentro Karamoh e Ranocchia al posto di Borja ValeroCandreva per gli assalti finali, ma il risultato non cambia più: all’Olimpico Grande Torino finisce 1-0, l’Inter fallisce il sorpasso alla Roma e si espone al possibile sorpasso la Lazio, che gioca alle 18. Il Torino invece si avvicina alla zona Europa, portandosi a 45 punti a -5 dalla Fiorentina settima.

TORINO (3-4-1-2): Sirigu 7; N’Koulou 7,5, Burdisso 6,5, Moretti 6; De Silvestri 6,5, Baselli 6 (dall’80’ Acquah s.v.), Obi 6,5 (dall’87’ Valdifiori s.v.), Ansaldi 6; Ljajic 7;  Iago Falque 5,5 (dal 73′ Edera 6), Belotti 6. A disp.: Ichazo, V. Milinkovic-Savic, Molinaro, Bonifazi, Acquah, Berenguer, Barreca. All. Mazzarri

INTER (4-2-3-1): Handanovic 6,5; Cancelo 6,5, Skriniar 5,5, Miranda 6, D’Ambrosio 5 (dall’87’ Ranocchia s.v.); Brozovic 6,5,  Gagliardini 6; Candreva 6 (dal 59′ Rafinha 6,5), Borja Valero 5 (dal 68′ Karamoh 6,5), Perisic 5; Icardi 6. A disp.: Padelli, Berni, Lisandro, Santon, Eder, Dalbert, Pinamonti. All. Spalletti

ARBITRO: Paolo Tagliavento della sezione di Terni

MARCATORI: Ljajic al 36′

AMMONITI: Miranda al 7′, Belotti al 21′, Brozovic al 39′, Gagliardini al 46′ p.t., Baselli al 60′

ESPULSI: –

NOTE: un minuto di recupero nel primo tempo, quattro minuti nel secondo tempo.

TOP NOVANTESIMO – Nkoulou 7,5 Una muraglia: in collaborazione con i compagni di reparto non lascia respirare Icardi e salva un gol fatto e con esso la vittoria.

FLOP NOVANTESIMO – Borja Valero 5 Lento, compassato, sbaglia anche tecnicamente una miriade di palloni: comprensibile averlo schierato dal primo per non affaticare Rafinha, incomprensibile non averlo sostituito al 45′.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Studio le lingue straniere, adoro la letteratura francese ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.