#TorinoFrosinone, Mazzarri: “Abbiamo i nostri difetti ma meritiamo più attenzione, c’era fallo su Sirigu”

mazzarri

Il tecnico del Torino Walter Mazzarri ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria per 3-2 ai danni del Frosinone.

Da 2-0 a 2-2 di chi è la colpa? E’ l’allenatore che non è bravo. Se fosse stato bravo l’allenatore si faceva sei gol nel primo tempo”.

A chi sta rispondendo?
“Io son stanco di perdere punti, lo posso dire ora che abbiamo vinto. Gli arbitri influiscono sul risultato, oggi ci stavano riprovando perché era fallo netto su Sirigu sul 2-1. Poi noi abbiamo i nostri difetti, non chiudiamo le partite però ora è arrivato il momento di dire che anche su Iago Falque, contro la Roma, quando prende posizione davanti basta un piccolo tocco e tecnicamente è rigore. Sirigu sta prendendo la palla e gli viene impedito la giocata. Sono stanco, poi anche sulla conduzione della partita, non è la prima volta, è un continuo. Quando veniamo calpestati così mi stanco. Meritiamo più attenzione. Oggi si è vinto però anche oggi abbiamo rimesso in discussione una partita”.

Pensa ci sia un disegno contro il Torino?
Non lo so. Vedo atteggiamenti brutti, strani. Col quarto uomo non si può dialogare. Contro il Napoli nessuno ha detto che Koulibaly andava espulso. Era già ammonito e ha buttato via il pallone, in quattro arbitri più il VAR nessuno l’ha visto. Poi a Udine e con la Roma. Poi analizzò le prestazioni”.

Crescere nella gestione della partita?
“Io mi sono arrabbiato di più sull’1-0 perchè abbiamo dato forza al Frosinone, squadra che lotta per non retrocedere. Anche se siamo andati in vantaggio all’intervallo ero incavolato nero. Fra il primo e il secondo tempo li ho un po’ rimproverati e siamo andati subito al raddoppio. La squadra sta crescendo bene in base a certi parametri. Io penso che sia una buona crescita. Però mi dà fastidio che ci mancano tre punti perchè non ce li ridà più nessuno. Quando giocheremo male e non meriteremo la vittoria sarò il primo a dirlo però voglio che succeda. Quando c’è una predisposizione a vedere le cose anche con un po’ di strafottenza, oggi non riuscivo a parlare col quarto uomo. Forse è una sensazione mia”.

Belotti non convocato in Nazionale?
Io non guardo mai le scelte di altri allenatori. Io ho scelto di farlo giocare“, riporta Tuttomercatoweb.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo