Roberto Donadoni, tecnico del Bologna, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di SkySport al termine di Torino-Bologna, gara persa dagli emiliani per 3-0: “Sono arrivati errori tecnici dovuti all’interpretazione errata che abbiamo fatto della gara. Il Torino era più convinto e sono dispiaciuto per questo.

Il rigore spagliato è solo una cosa in più che ci fa capire quanto siamo mancati in determinazione. Queste partite di fanno capire esattamente ciò che non va fatto o ripetuto. Prestazioni di questo genere lasciano l’amaro in bocca. Adesso abbiamo una settimana per scaricare la testa ma poi dobbiamo tornare con i piedi per terra.

Mi rifiuto di pensare che ci sia stata sufficienza da parte dei miei ragazzi anche se guardando la partita viene da riflettere. Abbiamo perso tutti i duelli e sbagliato tanto, senza essere mai positivi. oggi eravamo sempre preoccupati di quello che sbagliavamo. Il mercato? Adesso vediamo, non si penso. Ci sarà tempo. 

Verdi? I giocatori non sono legati al guinzaglio, se vogliono fare qualcosa di diverso sono liberi. Essere nel mirino di altre squadre, di big, deve motivare di più visto che se si gioca male è controproducente. Lui sa cosa vuole fare. A riportare è Tuttomercatoweb.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.