Decisamente “buona la prima” per Walter Mazzarri che non stecca l’esordio sulla  panchina del Torino sbarazzandosi con un rotondo 3-0 del Bologna di Roberto Donadoni. A portare inizialmente in vantaggio i granata è stato De Silvestri nel primo tempo, poi nella ripresa Niang e Iago Falque hanno chiuso la gara. Da segnalare il rigore sbagliato da parte di Pulgar.

Torino che parte subito voglioso e aggressivo, facendo chiudere il Bologna nella propria metà campo e macinando calci d’angolo.
La prima grande occasione del match arriva al 18′ e l’ha avuta Niang: cross di Berenguer dalla sinistra, il francese ex Milan in acrobazia calcia trovando un’ottima risposta di Mirante che manda in corner.
Al 24′ il solito Verdi si rende pericoloso su punizione, sebbene la stessa fosse da circa 30 m e molto defilata: Sirigu non si fa trovare impreparato e manda in calcio d’angolo. Dopo tre minuti Iago Falque va vicino al gol: il Toro è un rullo compressore sulla destra, De Silvestri serve lo spagnolo in area che però di mancino la spedisce di poco a lato. Il Bologna è ancora tutto chiuso dietro senza riuscire a ripartire e rendersi pericoloso.
Il Torino passa in vantaggio al 38′: punizione perfetta calciata dalla destra da Berenguer, De Silvestri stacca indisturbato e regala l’1-0 ai suoi. La prima frazione termina con il risultato di 1-0 a favore del Torino.

Inizio di gara arrembante del Bologna che si precipita subito a capofitto nell’area di rigore avversaria scatenando un importante episodio: mischia in mezzo, Verdi salta Molinaro e viene atterrato da quest’ultimo; l’arbitro inizialmente ammonisce l’attaccante per simulazione, ma poi visionando al teleschermo con l’ausilio del VAR concede il calcio di rigore agli emiliani. Dal dischetto si presenta Pulgar, il quale se lo fa parare da Sirigu calciando male.
Il Torino trova la rete del 2-0 con Niang al 54′:
rinvio di Mirante, Pulgar regala ingenuamente palla a Iago Falque che detta la profondità per il francese, il quale con una finta mette a sedere Gonzalez e sigla il raddoppio di sinistro.
Al 61′ gli uomini di Mazzarri sfiorano anche il terzo gol: cross dalla sinistra di Baselli, palla che finisce sulla trequarti dove Acquah calcia al volo di esterno, andando a un passo da un eurogol. Calano notevolmente i ritmi della gara, con i padroni di casa che amministrano senza troppi patemi il doppio vantaggio.
Importante chance Toro al 79′: ottima percussione di Niang che apre per Rincon, il quale avrebbe potuto servire Iago Falque tutto solo in mezzo, ma produce un cross totalmente sballato. All’85’ la chiude il Torino con la rete del 3-0: ottima palla di Boye per Iago Falque, il quale si accentra e calcia rasoterra alla sinistra di Mirante, spiazzandolo e lasciandolo inerme ad osservare il pallone finire in porta. La partita termina con il risultato di 3-0 per il Torino che si sbarazza facilmente di uno spento Bologna.

Con questa roboante vittoria il Torino sale al 9° posto a quota 28 punti, a pari punti con Udinese e Fiorentina, in attesa delle gare odierne di Atalanta e Milan. Il Bologna resta invece al 12° posto a 24 punti, senza alcun rischio di essere sorpassato poiché il Chievo ha già giocato ieri pareggiando per 1-1.

TORINO (4-3-3): Sirigu 7; De Silvestri 7, N’Koulou 6.5, Burdisso 6 (46′ Moretti 6.5), Molinaro 5.5; Baselli 6.5, Rincon 6.5, Obi 6 (34′ Acquah 6.5); Iago Falque 7, Niang 7.5 (81′ Boyé 6), Berenguer 6.5. All. Walter Mazzarri 7.5

BOLOGNA (4-2-3-1): Mirante 6; Krafth 5.5, Gonzalez 5.5, Helander 5 (83′ Falletti SV), Mbaye 5.5; Poli 6, Pulgar 4; Verdi 6 (67′ Okwonkwo 5.5), Palacio 5.5, Di Francesco 5 (56′ Donsah 5.5); Destro 5. All. Roberto Donadoni 5

Arbitro: Antonio Damato (sez. Barletta)

Marcatori: De Silvestri (T), Niang (T)
Ammoniti: Gonzalez (B)
Espulsi: –
Note: 2′ di recupero nel PT, 5′ di recupero nel ST; Pulgar si fa parare un rigore da Sirigu al 50′.

TOP90esimo: Niang 7.5 – E’ stata senza dubbio la sua miglior partita da quando veste granata: corre molto, aiuta la squadra, crea molte occasioni e, cosa più importante, segna.

FLOP90esimo: Pulgar 4 – La sua partita è riassumibile mediante tre azioni: innanzitutto si perde De Silvestri in marcatura sull’1-0; successivamente sbaglia il rigore che avrebbe riportato la gara in parità; per chiudere in bellezza, propizia il gol del 2-0, regalando palla a Iago Falque che poi manderà in porta Niang. Deleterio ricordare i tanti, tantissimi palloni persi.

 

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.