Domani l’anticipo di mezzogiorno vedrà sfidarsi Torino e Napoli. L’allenatore granata Walter Mazzarri ha parlato in conferenza stampa presentando il match contro gli azzurri, di seguito le dichiarazioni riportate da Tuttomercatoweb.


“Mi aspetto il nostro pubblico caldissimo, che ci dia una mano per fare una grande partita: sono convinto che domani sarà ancora più caldo. Abbiamo perso dei punti facendo prestazioni superiori rispetto a quanto guadagnato”.

Vincere senza giocare bene? “Magari, non sarebbe male. Sapete che io sono un maniaco dell’organizzazione. Mi arrabbio quando si gioca bene e le vittorie non arrivano, come a Udine. L’ideale sarebbe che si vinca giocando bene”.

Valuto sempre le prestazioni. A Udine la mia squadra ha dominato per 90 minuti: il gol subito è stata sfortuna, il resto non lo voglio commentare. Ci è mancata un po’ di cattiveria in zona gol, potevamo farcela anche nel finale. L’Udinese è una buona squadra ma di fascia diversa dal Napoli. Quella di domani sarà un’altra bella verifica. Una partita come nei secondi tempi di Roma e Inter vorrebbe dire compiere un ulteriore passo in avanti”.

Sul Napoli: “A Belgrado hanno stra-dominato dal punto di vista della prestazione. Se la rigiocassero vincerebbero 3 o 4 a zero. Li ho visti in forma, hanno fatto più o meno la stessa partita nostra a Udine. Si è stra-dominato entrambi senza avere vinto. Sono un’ottima squadra e giocano bene”.

Come cambia il Napoli con Ancelotti? “Non voglio fare confronti. Il Napoli gioca bene, Ancelotti è uno dei migliori, un allenatore top. La sua bravura l’ha dimostrata nel tempo ed è una persona squisita. Sono una squadra in forma e che gioca bene, noi dobbiamo fare una grandissima prestazione“.

Zaza con Belotti? “Zaza ha giocato a Udine la prima vera partita. Sta migliorando ma non so se è al top, dico la verità. Comunque è un giocatore importante che sarà utile al Torino. La formazione la vedrete domani, abbiamo provato diverse soluzioni, dopo la partita ne parleremo”.

Altre di formazione: “Ho la sensazione che Iago non recuperi nemmeno per l’Atalanta. C’è speranza più per De Silvestri. Anche Soriano oggi ha provato, sta bene, se l’ho convocato è perché è disponibile: domani vedremo se parte dall’inizio o dalla panchina”.

Ancora su Zaza: “Zaza ha provato anche nel 3-4-3 al posto di Iago. E’ tecnico, può giocare anche tra le linee. Fosse arrivato il 6 di luglio avrei già verificato alcune cose. Potrà fare diversi ruoli. Devo verificare io per primo determinate situazioni”.

Sulla visita di Cairo: “Ci ha fatto una gradita sorpresa venendo fisicamente, la sua presenza non manca mai perché si tiene sempre informato e sa tutto”.

Cairo e De Laurentiis. Punti in comune? “Sono due grandi presidenti. De Laurentiis ha parlato spesso bene di me. I presidenti sanno tutto, quando parlano bene di te perché fai tornare i conti economici e i risultati, fa piacere. Se al Napoli ho ottenuto questi risultati, significa che con De Laurentiis c’era sintonia”.

Sul lunch-match: cosa cambia? “Dall’alimentazione all’idratazione, cambia molto. Abbiamo cercato di pensare a tutto allenandoci anche due volte a quest’orario”.

Designazione Irrati: “L‘arbitro deve essere il garante dell’equità e delle regole. Se è in forma e fa le cose per bene deve fare così”.

Su Meité: “Nemmeno lui si aspettava di partire così. Sto cercando di fargli capire che non deve accontentarsi, ha margini di miglioramento. Deve fare bene sino a fine stagione, poi si tireranno le somme“.

Napoli anti-Juve anche senza Jorginho? “Avranno fatto certe scelte a ragion veduta. Hamsik sta giocando in un ruolo nuovo, in cui mi chiedevano anche a me di metterlo, il regista. Il Napoli è fortissimo anche quest’anno. Poi vedremo dove potrà arrivare”.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo