Torino, Mazzarri: “Bisogna migliorare in attacco. Domani gara da tre punti”

mazzarri

Walter Mazzarri, allenatore del Torino, è intervenuto in conferenza stampa in vista del match domani contro il Milan, commentando, per prima cosa, il pareggio contro il Chievo: “Siamo andati su un campo difficile. Abbiamo dato l’impressione di andarci con autorevolezza. E’ mancata la cattiveria negli ultimi venti-trenta metri. Bisogna migliorare sulla precisione nel fare gol. E’ anche vero che l’occasione di Ljajic è stata neutralizzata da Sorrentino con il ginocchio”.

Sulla forma fisica della squadra: “I rientranti rappresentano delle incognite sulla loro tenuta. Di quelli che stanno giocando di più, Baselli è quello che sembra essere più in forma. Da domenica a domenica le gare cambiano”.

Su Niang: “Sono valori aggiunti, è rientrato in gruppo in questi giorni. Valuterò le sue condizioni, se starà bene rientrerà. Altrimenti no”.

Rincon non in forma? “Non sono d’accordo, è un giocatore affidabile. Corre tanto e si sacrifica per la squadra. Ha un rendimento costante”.

Tornando a Niang: “Quando sono arrivato si giocava 4-3-3. Ora la squadra ha trovato una sua quadratura, con il nuovo modulo. C’è maggiore compattezza. Adem può fare il trequartista, è un giocatore prettamente offensivo. Se devono giocare tutti insieme, con Edera, Iago Falque… tutti non posso metterli. Devo fare i conti per il Torino, e vogliamo che il Torino vinca il più possibile”.

Su Belotti: “Ha avuto dei picchi, gare buone e altre meno buone. Spero che domani faccia una gara all’altezza, al di là del gol. Ha oscillato un po’ da quando è rientrato. Mi auguro che domani stia meglio rispetto alla sfida contro il Chievo. Contro il Milan servirà il miglior Belotti”.

Sulla formazione di domani: “N’Koulou sta bene, è in grado di giocare. Oggi sarà il vero test, in allenamento, per capire chi potrà giocare o meno”.

Sulla corsa per l’Europa League: “Domani sarà una partita da tre punti. Se dovesse dipendere da noi, non dovremo avere nessuno scrupolo di coscienza. Il Milan con il Napoli mi ha impressionato. Hanno giocato alla pari”.

 Beletti in partenza? “Non chiamo il presidente in chiave mercato. Do per scontato che, per continuare a crescere, servirà fare un mercato intelligente, sempre su certe basi. E’ un ambiente ambizioso che vuole arrivare in alto il prima possibile. Il Toro per crescere ha bisogno dei migliori, e ha bisogno di Belotti”.

Su Sirigu: “E’ un portiere di grande affidabilità da sempre. E’ forte, sono contento del portiere che ho”.

Sui problemi in fase offensiva: “Dobbiamo essere più cinici in area di rigore, ripeto. I presupposti li abbiamo creati contro il Chievo, ma serve più cattiveria. E’ anche un momento… sto lavorando sulla crescita, oggi la squadra ha un’identità precisa. Lo stinco di Sorrentino ci ha negato la vittoria. I presupposti si sono creati. Poteva e doveva essere la quarta vittoria”.

Su Iago Falque: “E’ un professionista serio. Dei nostri attaccanti, lui è quello che ha fatto meglio. Ci sta che in qualche partita renda un po’ meno. Quando lo vedrò più stanco potrò dargli un turno di riposo, ma faccio sempre fatica a tenerlo fuori. E’ uno dei giocatori più importanti del Torino”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI