Intervistato da Sky Sport, l’attaccante del Torino e della Nazionale Italiana Andrea Belotti ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardanti il suo futuro e la pensate clausola rescissoria che è stata inserita dai dirigenti granata nel suo contratto, che equivale a circa 100 milioni di euro.
Il 23enne ha affermato che la clausola non gli pesa e non si sofferma a pensarci più di tanto, siccome sa che ormai il mercato negli ultimi anni e cambiato ed è facile raggiungere cifre così esorbitanti.
Inoltre, l’originario di Calcinate ha riservato alcune parole anche all’ex compagno di squadra, ora alla Juventus, Paulo Dybala.
Ecco le parole di Belotti:
“La mia clausola di rescissione da 100 milioni di euro? Nel mondo di oggi ormai si parla di cifre esorbitanti, vai a pagare tanti giocatori anche 70-80 milioni o arrivi anche ai 100. Ormai il il valore del calciomercato si è alzato a dismisura rispetto agli ultimi anni. Questa cosa per me non è un peso e nemmeno per mio papà, perché seguendo il mercato si sente parlare di cifre veramente eccessive. Ci sono quelli che spendono cifre elevatissime, magari non gli cambia niente perché hanno i miliardi dietro. Però non mi sono mai soffermato a pensare alla pesantezza di questi 100 milioni perché ho sempre pensato che il mio valore lo debba dimostrare sul campo, che darà il giudizio e determinerà il mio valore. Dybala? L’ho conosciuto nell’anno della Serie B a Palermo. Si vedeva che aveva delle qualità eccezionali, dei numeri che vedi fare a pochi giocatori. Però in B non riusciva a essere incisivo. Poi siamo arrivati in A e mi ricordo che appena è iniziato il ritiro sembrava un giocatore che si era completato. Aveva acquistato una sicurezza dei propri mezzi, una personalità che gli ha permesso di fare tutto quello che sta facendo. Adesso lo sta dimostrando”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008