L’agente di Carlao, Stefano Salvini, ha parlato dell’esordio del suo assistito con la maglia del Torino.

Queste le sue parole ai microfoni di Tuttomercatoweb.com: “E’ stata una partita importante: non è mai facile. Si è infortunato subito al braccio, poi al quadricipite femorale. Ero sicuro: è un ragazzo serio, professionale, è un lavoratore. Fuori e dentro al campo è quasi due persone diverse”.
In che senso?
“Fuori è tutto famiglia, silenzioso, mentre in campo diventa una bestia. Sono e siamo contenti: non ha ancora nelle gambe i novanta minuti nelle gambe, giustamente Mihajlovic l’ha sostituito ma presto sarà al top”.
L’ha sentito?
“Era molto contento e felice della prestazione. Un esordio così è importante, a parte quel falletto che poteva non starci su Ionita… Poi si è ripreso abbondamente direi”.
Un innesto importante, nonostante qualche scetticismo iniziale da parte di chi non lo conosceva.
“Magari si poteva pensare ‘hanno preso un ultratrentenne dall’APOEL’, ma l’esperienza non gli manca. Ha giocato in Ligue 1, ad alti livelli, e ha dimostrato di poter stare benissimo in Serie A”.

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008