Nuova stagione, soliti scandali. Questa mattina la polizia di Prato ha eseguito quattro misure cautelari per immigrazione clandestina, favoreggiamento reale e falso documentale a carico di alcune persone legate al mondo del calcio, anche professionistico.

Nell’ambito dell’inchiesta sono emerse anche delle responsabilità per frode sportiva nell’alterazione di alcuni risultati calcistici. Tra gli indagati spiccano i presidenti di Prato e Sestese. Sono state richieste le documentazioni riguardo i rapporti con questi club da parte di Inter e Fiorentina.

Alcuni indagati avrebbero compiuto atti finalizzati all’ingresso in Italia di alcuni baby calciatori ivoriani producendo alle istituzioni diversi documenti falsi. Nel corso delle indagini sono emersi anche interessi connessi all’alterazione di alcuni match. La squadra mobile, a tal proposito, sta quindi procedendo all’acquisizione di documenti relativi ad undici partite di Lega Pro e campionati dilettantistici toscani.

Nell’operazione è stata disposta l’acquisizione di documentazione presso due squadre di serie A, una di serie B e una di Lega Pro. Interessate dall’operazione di Polizia le province di Prato, Firenze, Rimini, Pistoia, Siena, Pisa, Perugia, Arezzo.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008