#TernanaVicenza, le reazioni dei protagonisti dalla sala stampa

Al termine della gara tra Ternana e Vicenza terminata con la vittoria degli ospiti per 0 a 2, interviene in conferenza stampa il tecnico rossoverde Luigi De Canio:  “Squadra in difficoltà, poi il gol che abbiamo preso subito ci ha innervositi e non dovevamo farlo. Non l’avevamo preparata così, dovevamo avere un atteggiamento più lucido ed equilibrato invece siamo stati puniti alla prima disattenzione. Non siamo riusciti a giocare così come pensavamo. Confronto con il Presidente Ranucci? Siamo reduci da una sconfitta interna e giocata male da parte nostra, siamo arrabbiati e demoralizzati e sono situazioni figlie del momento. Il Vicenza è stato aggressivo e ci ha impedito di giocare con una certa intensità, ce lo aspettavamo perché venivano da una brutta sconfitta. Sul primo gol Iannarilli non mi sembra che abbia troppe responsabilità ma non dovevamo concedere quella punizione dal limite. Sono deluso ed arrabbiato perla prestazione messa in campo oggi. Logicamente c’è un po’ di stanchezza, alcuni giocatori erano appesantiti dagli impegni ravvicinati e dovremo essere bravi a gestire il momento per capitalizzare il più possibile. Si torna in campo martedì, all’inizio abbiamo accettato l’idea di giocare in ritardo per far sì che la società facesse i propri passi in altri discorsi ma forse non avevamo preventivato questo. Oggi non siamo riusciti ad esprimere una prestazione alla nostra altezza. Domattina ci riuniremo e faremo la conta con chi è disponibile o meno per il Rimini, ma usciamo oggi con qualche defezione. Ripeto, sono rammaricato per la gestione della gara, dovevamo fare più attenzione e aspettare il momento giusto”.

Queste, invece, le dichiarazioni del tecnico dei vicentini Giovanni Colella: “Partita che si è incanalata bene per noi e poi abbiamo fatto una discreta gestione, è stata una partita matura da parte nostra. Io difendo la Ternana perché giocare ‘50 partite in un mese’ è una cavolata mai vista, da ternano non mi aspetterei miracoli. Mi aspettavo una Ternana forte e con la quale devi fare attenzione per tutta la gara, cosa che purtroppo non ci capita sempre. Le partite sono diversa l’una dall’altra, il calcio è così. Bisogna essere bravi ad interpretarle bene ogni volta, vincerà il campionato chi riuscirà a focalizzarsi meglio sul momento. Non bisogna negare il fatto che chiunque scende in campo dà sempre il 100%. Il campionato non saprei come definirlo, arriviamo a Natale che ogni squadre ha un numero di partite giocate diverse. Il nostro centrocampo giovane di età? Sarebbe ora che nel calcio italiano giocasse qualche giovane piuttosto che i vecchi. Oggi abbiamo dato l’impressione di essere una squadra matura”.

CONDIVIDI