#TernanaRimini, De Canio: “Forte determinazione nel venir fuori da questo momento”

“È il primo periodo negativo per la Ternana solo per i risultati e per la prestazione perché sono state altre le difficoltà che hanno determinato poi queste situazioni”. Il tecnico rossoverde Luigi De Canio analizza in conferenza stampa pre recupero col Rimini il momento delle Fere all’indomani delle due sconfitte consecutive: “A prescindere da questo, vedo nei calciatori la fredda e forte determinazione di venir fuori da questo momento e ritornare ad essere allegri e gioiosi. Vi ho sempre parlato delle loro qualità morali eccellenti, c’è la consapevolezza di quello che è il momento ed anche cosa fare per uscirne in futuro. Obiettivamente siamo in difficoltà sotto il profilo della condizione e dovremo riuscire ad uscirne con un rendimento migliore e soprattutto attraverso i risultati”.

“Deluso finora? Un po’ sì, ma anche i giocatori. Pur non sapendo di essere nella condizione di esprimere un calcio spettacolare mi immaginavo di sfruttare meglio questo periodo pur nella sofferenza ed emergenza invece così non è andata almeno fino ad oggi. Le difficoltà sono figlie della poca brillantezza fisica e in particolar modo dalle assenze di alcuni interpreti specifici e molti importanti, ma al di là di tutto credo per una mancanza di condizione fisica adeguata. Il campionato già di per sé è elevato a livello agonistico e poi quando si gioca contro la Ternana le squadre danno sempre qualcosa di più, proprio per avere ragione di questo dovremmo essere più veloci nei movimenti e nelle giocate. Più nervosismo nelle ultime partite? Forse sì perché ci siamo resi conto di subire la fisicità degli avversari e di non riuscire ad esprimere il nostro calcio, per una squadra esperta come la nostra però non deve accadere. L’episodio del gol non dato a Furlan l’ho rivisto e mi sembra assurdo anche come dinamica che la terna non l’abbia convalidato, diciamo che siamo stati sfortunati e nell’economia della partita sarebbe stato determinante perché andavamo sull’1 a 1 e mentalmente cambiava tutto”.

“Cambio modulo? Non credo modificheremo la difesa a 4, siamo condizionati da alcune assenze forzate ma devo fare i conti con questo e cercare di presentare una formazione che dia garanzie di tenuta. L’assenza di Lopez è senza dubbio un aspetto negativo perché tutti sappiamo il suo valore e la sua esperienza ma la squadra deve avere anche la forza e la capacità di esprimere valori con interpreti diversi”.

“Io ho enorme fiducia che questa squadra nel tempo riuscirà a dare le soddisfazioni che è in grado di dare secondo le possibilità che ha, mi dispiace solo che per ora non c’è continuità. Sono deluso per come stanno andando le cose ora ma anche sereno, ripeto ho grande fiducia in tutti i componenti della rosa”.

“Il Rimini non fa eccezione rispetto alle altre squadre perché è attrezzato, ha anche cambiato allenatore aggiungendo esperienza e qualità. Guardando i numeri è una compagine che ha fatto risultato anche a Ravenna, ha pareggiato col Pordenone e battuto la Fermana quindi allo stesso livello delle altre. Tocca a noi organizzarci per cercare di limitare le potenzialità dell’avversario ed evidenziare le nostre”.

CONDIVIDI