Ternana, pres. Bandecchi: “Basta con le chiacchiere, commessi errori da non ripetere”

bandecchi_stefano

Al termine della stagione torna a parlare il patron nonché presidente della Ternana Stefano Bandecchi, questi alcuni stralci raccolti durante la trasmissione Campo Aperto su Tef Channel: “La sentenza del Tar (in cui si annuncia che il ricorso dei rossoverdi circa il risarcimento era improcedibile, ndr) ci ha fatto capire che lo Stato non è in grado di dire se abbiamo subito danni. Il tutto perché non c’è una graduatoria, come se avessimo dovuto farla noi. Tutto ciò è una barzelletta e ci fa veramente ridere, questa sentenza è stata una beffa. Detto ciò abbiamo deciso di non fare ricorso al Consiglio di Stato”.

In merito al miglioramento degli impianti: “Metteremo sul piatto 1,8 milioni di euro di investimento per migliorare tutte le nostre strutture. I lavori all’antistadio ‘Taddei’ sono già iniziati mentre sul manto del ‘Liberati’ abbiamo riseminato”.

C’è spazio anche per un bilancio di questi due anni: “Nel recente passato abbiamo commesso molti errori ma ciò non vuol dire che i collaboratori avuti non sono stati di spessore. Liverani? In quella stagione non c’era solo lui. Anche calciatori che avevamo lo scorso anno hanno fatto bene. Bleve ad esempio è andato in Serie A con il Lecce così come Tremolada con il Brescia. A detta di tutti la Ternana aveva una rosa scadente invece molti hanno fatto bene con altre squadre e qualcuno ha vinto campionati. Molte cose fatte fino ad oggi non sono state fatte al meglio. Sono diventato presidente proprio perché ciò che è stato fatto non andava bene”.

Sul presente e sul futuro: “Pensavo in un campionato migliore ma cosi non è stato, sono mancati atteggiamento e cattiveria agonistica. Stimo sia De Canio che Calori ma Gallo è stato bravo a ridare un equilibrio a questi ragazzi. Ha dato serenità ad un gruppo quasi al collasso, sono convinto che ci regalerà delle sorprese. Futuro? Basta con le promesse. Quest’anno a chiacchiere abbiamo vinto il campionato quindi prima penseremo al raggiungimento della salvezza e poi si potrà sognare. La squadra si allenerà fino al 31 maggio o forse fino ai primi di giugno poi il rompete le righe e la ripresa della nuova stagione il 10 luglio. Il direttore Luca Leone sa cosa deve fare, abbiamo una base solida e cercheremo di coprire i ruoli scoperti.  Non escludo che chi ha fatto male quest’anno può fare un buon campionato il prossimo. I capitali a disposizione saranno gli stessi della passata stagione”.

Infine una chiosa sui tifosi: “Voglio dei tifosi che vengano a combattere sugli spalti non sono quando le cose vanno bene ma anche quando si perde. Io l’ho fatto, si perdeva e sono sceso in campo al fianco della squadra”.

CONDIVIDI
Classe '92, il calcio vera grande passione. La Ternana squadra del cuore. Tele Galileo, Datasport, Calcio Ternano e Novantesimo.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008