Ternana, Marilungo: “Fare punti per stare davanti, Rimini squadra tosta”

“Si, è arrivato il terzo gol personale ma erano meglio i tre punti. Abbiamo fatto una buona gara soprattutto nel primo tempo poi nella ripresa siamo andati peggio e loro giocando in casa sono riusciti a pareggiare”. Guido Marilungo, attaccante della Ternana, analizza la partita di sabato scorso contro la Triestina terminata 1 a 1: “Quando siamo rimasti in 10 ci hanno un po’ schiacciato però prendiamo questo punto e va bene così. Il rammarico è che a vantaggio acquisito abbiamo tenuto poco il pallino del gioco dando fiducia e coraggio a loro”.

È il tuo primo campionato di C visto che hai sempre giocato in categorie superiori, come hai vissuto il primo impatto con la terza serie?

“La Serie C è un campionato difficile, tutta un’altra cosa rispetto alla A e alla B. Parlo sia a livello tecnico che è normale ma anche tatticamente e nel modo di giocare. A livello fisico forse si corre più in C che in B. È un campionato rognoso ed imprevedibile, ci sono spesso dei colpi di scena”.

Quanto può aver influito il fatto di aver affrontato la trasferta in aereo nello stesso giorno?

“Non lo so onestamente perché è la prima volta che succede, avremmo dovuto riavvolgere il nastro e partire il giorno prima per vedere se c’erano differenze. Nel complesso però stavamo bene, non abbiamo avuto troppi problemi”.

Duello tra ex spezzini con te e Lopez da una parte e Granoche e Valentini dall’altra…

“Valentini non l’ho conosciuto. Si, con Pablo (Granoche, ndr) abbiamo giocato insieme l’anno scorso. È un gran giocatore, molto forte”.

La tua esultanza al gol? Abbiamo visto che hai mandato un bacio…

“Si, a Pippo (Orlando, collaboratore di De Canio, ndr) perché scherziamo sempre con lui. Ormai sono passati 10 anni da quando mi ha allenato ma in tutto questo tempo ci siamo sempre sentiti e abbiamo sempre scherzato, gli ho mandato un bacino perché gli voglio bene (ride, ndr)”.

Il Pordenone è attualmente primo ed è l’unica squadra insieme alla Ternana ad essere imbattuta anche se mancano i recuperi, in questo senso sarà fondamentale vincere le due partite casalinghe consecutive il recupero di mercoledì contro il Rimini e domenica con la Sambenedettese?

“Le partite sono tutte fondamentali perché se perdiamo le prossime due ma vinciamo poi tutte la altre ci metterei la firma ora. Dobbiamo cercare di fare più punti possibili e metterci subito lì davanti o per lo meno avvicinarci alla vetta”.

Si torna in campo, mercoledì c’è il recupero con il Rimini al “Liberati”…

“Non dobbiamo guardare il risultato dell’ultima partita dove hanno perso 3 a 1. Io non l’ho vista ma il mister ci ha detto che è una squadra tosta e che in difesa si muovono molto bene. L’abbiamo visto anche contro l’Albinoleffe che attualmente è ultima ma a me è sembrata una buona squadra, quindi non ci sono compagini scarse in campionato. Vengono da due sconfitte perciò vorranno far bene, speriamo di fare una bella partita”.

CONDIVIDI