Ternana, Gallo pre Rieti: “Giocare da squadra umile, l’affetto dei tifosi mi ha emozionato”

Vigilia di inizio campionato per la Ternana che domani comincerà la stagione ancora in trasferta sul campo del Rieti. A presentare il match del “Manlio Scopigno” è il tecnico rossoverde Fabio Gallo: “Ovviamente il peso della gara è diverso rispetto a quello della Coppa. Cambia che entrambe le squadre si conoscono meglio e ci saranno degli accorgimenti. Fissiamo sempre l’obiettivo sulla prima gara che arriva perché fare bene significa creare ancora più entusiasmo. A prescindere dall’avversario noi dobbiamo sicuramente crescere, l’attenzione anche da parte loro sarà maggiore. Non so se una prestazione come quella di domenica possa bastare o meno, servirà eliminare gli errori. Sulla formazione ho ancora qualche dubbio ma non ho parlato con in ragazzi, c’è grande partecipazione da parte della squadra e quindi mi piace questa cosa perché tiene accesa l’adrenalina di tutti”.

In riferimento ai portieri: “Domai farò una scelta che comunque non sarà definitiva, sono entrambi portieri di grande livello. Non è nulla di definitivo anche se uno è un po’ più avanti rispetto all’altro”.

“L’infortunio di Suagher sembra meno grave del previsto, lo staff medico sta lavorando molto per mettermelo a disposizione per domenica prossima. Sulla fascia destra Parodi è squalificato ma posso dire che giocherà Nesta perché mi piace come interpreta la gara. Per lui sarà l’esordio e dobbiamo concedergli anche la possibilità di essere emozionato per alcuni secondi, non farlo giocare sarebbe un controsenso visto che ci ho lavorato fino ad oggi. Per me ha più prospettive nel giocare dietro piuttosto che da esterno alto, mi piace pensare anche alle prospettive future visto che ho lavorato con i giovani. Mi ridà molto a Masina con cui ho lavorato ed ora è in Premier. Un terzino destro non è in programma, abbiamo Parodi e Nesta. Per le questioni di mercato dovete parlare col direttore sportivo, non è chiuso fino a che sarà il 2 di settembre ma siamo molto avanti. Torromino è arrivato oggi, si è allenato e sarà disponibile per la partita di domani. Diakitè è in attesa di sistemazione”.

“Non ho mai detto di volere un centravanti alto perché mi induce a giocare a lanci lunghi. Per tutto il lavoro fatto finora significherebbe buttare via del tempo, voglio giocatori che attacchino la profondità come Ferrante, Torromino e Partipilo. La punta centrale è quella che sta in area, non per forza quella che è alta 2 metri. Torromino l’ho trovato bene a livello fisico, domani potrebbe essere impiegato. Mi piace ragionare che il Rieti deve stare attento alla Ternana e non il contrario. A mio parare i laziali potrebbero cambiare qualcosa, anche noi abbiamo provato diverse situazioni ma l’ossatura è quella: una potrebbe essere il 3-5-2 ad esempio”.

“I miei giocatori mi mettono in difficoltà perché stanno tutti bene, chi è stato calciatore lo sa. Se dovesse giocare Palumbo come vertice alto avrebbe caratteristiche diverse rispetto a Furlan. Abbiamo molti mancini in squadra, a me piace perché è diversa. Possono coesistere tutti insieme, ripeto è una situazione che mi fa piacere. Le mezz’ali devono fare gol ed essere determinanti, almeno 4-5 gol a testa mi aspetto. C’è anche l’aspetto dei 5 cambi da non sottovalutare e sapete quanto mi piace utilizzarli. Complessivamente non dico a che percentuale siamo, se vinciamo siamo al 100% altrimenti no. Ormai mi conoscete, mi piace parlare dopo la partita a cose fatte. Non mi sentirete mai dire che il Rieti è inferiore alla Ternana, dobbiamo giocare da squadra umile e quanto riusciremo a vincere anche 1 a 0 potremmo dire di essere una squadra veramente determinata”.

“Le griglie, i giornali e quant’altro li portano via il vento. Non ha senso parlare di questo perché tutti avete visto come è finita lo scorso anno qui. L’unica cosa che so è che mi devo confrontare con il campo che è il giudice. Io so la filosofia della mia squadra perché ci sbattiamo fin dall’inizio. Preparare la partita col Bari sarà facilissimo, il difficile è prepararla con le squadre meno blasonate. L’aspetto mentale e morale del gruppo deve venire fuori da subito. Mi è piaciuto molto l’atteggiamento avuto dopo il 2 a 2 con l’Olbia e cioè Paghera che fa gol e riporta la palla subito al centro per giocare, non la pallonata di turno o la mischia. Il calore del pubblico nella presentazione? La mia responsabilità più grande è quella di portare la Ternana più in alto possibile. Gli applausi dei tifosi, e lo dico con un po’ di emozione, mi hanno reso molto felice. A Terni ho capito che alla gente piace la maglia sudata e non la gente che dice la cazzate, mi piace pensare che venga apprezzato questo di me”.

I convocati di Fabio Gallo:

Indisponibili: Parodi (squalificato) e Suagher (infortunato)

Portieri: Iannarilli, Tozzo

Difensori: Bergamelli, Mammarella, Mucciante, Nesta, Russo, Sini

Centrocampisti: Argento, Defendi, Furlan, Palumbo, Paghera, Proietti, Salzano

Attaccanti: Ferrante, Marilungo, Onesti, Niosi, Partipilo, Torromino, Vantaggiato

CONDIVIDI
Classe '92, il calcio vera grande passione. La Ternana squadra del cuore. Tele Galileo, Calcio Ternano e Novantesimo.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008