Ternana, De Canio: “Renate squadra solida, formazione di domani pronta”

“Il Renate è una squadra molto solida, aggressiva e molto forte in contropiede. Ha una buona fisicità e brava sulle palle inattive, hanno un buon ritmo di gara che rispecchia anche il carattere del suo allenatore. Queste sono le principali caratteristiche dei lombardi, nel complesso è una squadra di categoria. Altobelli? La sua assenza ci mette un po’ in difficoltà perché ci priva di un riferimento specifico nel ruolo, in ogni caso abbiamo altre soluzioni. Siamo 22 titolari e tutti devono sentirsi pronti per giocare. Il tempo di recupero del centrocampista dovrebbe essere tra i due e i tre mesi”. Queste le parole in conferenza stampa del tecnico rossoverde Gigi De Canio alla viglia del primo match casalingo della Ternana contro il Renate.

“L’approccio degli avversari? Quando si gioca contro la Ternana in casa o in trasferta è lo stesso, per la Vis Pesaro lo abbiamo visto. Siamo consapevoli che è una gara che ci può creare insidie ma come tutte le altre proprio per questo motivo. Per ora abbiamo una sola partita di riferimento e per quanto il risultato non ci soddisfi appieno non posso dire nulla ai miei ragazzi che sono stati fermati solo da un portiere in stato di grazia. Se faremo sempre prestazioni di così alto livello sono fiducioso per il futuro in quanto i risultati arriveranno”.

Vantaggiato si è allenato bene così come tutti gli altri, deciderò anche in base alla partita chi far giocare dall’inizio e chi subentrerà. Il mio modo di allenare è quello di far si che tutti si sentano parte in settimana ma anche principalmente in partita, di coinvolgere tutti i componenti e provare diverse soluzioni. Arriva la prima convocazione per Pobega vista anche la necessità numerica”.

“La società con il suo operato sta dando dimostrazione che vuole fare le cose per bene, come per lo stadio ed il resto. Ci saranno altre cose da fare, la sensazione però è che voglia radicarsi in questo territorio. L’undici di domani ce l’ho in testa, non ho molti dubbi. A Pesaro siamo partiti inizialmente con un 4-3-3 e poi abbiamo giocato anche con una mezza punta, questa potrebbe essere una soluzione probabile”.

Furlan a Pesaro ha fatto bene, poi il secondo tempo abbiamo anche cambiato disposizione. Bifulco è entrato concentrato, è un giocatore un po’ diverso ma che è nella condizione anche di fare il trequartista. Loro due sono giocatori poliedrici, Alfredo (Bifulco, ndr) è più attaccante e quindi riesce ad essere più incisivo nella manovra offensiva”.

Su Diakitè: “La sua condizione è buona, sembrava essere peggiore in quanto forse si parlava di un inizio di pubalgia. Ha fatto bene a fermarsi, il problema ad oggi può ritenersi rientrato ed è molto importante perché la prossima settimana partirà Hristov causa impegni con la nazionale. Quest’ultimo è un giocatore che si mette a completa disposizione e voglioso di imparare e migliorare”.

 

CONDIVIDI