Ternana, De Canio: “Il Monza ha buona qualità, dispiace non avere la rosa al completo”

Conferenza stampa di vigilia per la Ternana di mister De Canio che domani affronterà al “Brianteo” alle 14.30 il Monza. Queste le dichiarazioni del tecnico lucano:

“Una piccola analisi: vincere il campionato in tutte le categorie non è mai facile, pensate quanti anni ci hanno messo squadre come Catania, Benevento e altre per vincere. Le difficoltà in questo momento sono solo quelle di essere in emergenza in un reparto specifico, se fossero stati in più reparti non c’era problema. Ho tenuto alcuni ragazzi in totale riposo senza rischiare affaticamenti vari o altro, ciò che mi dà preoccupazione è questo. È chiaro che con la rosa al completo avremmo affrontato questo periodo in maniera migliore, una cosa positiva è che il tempo trascorso senza giocare ci ha dato la possibilità di amalgamarci meglio e di migliorare alcune situazioni. Sono sicuro però che anche nelle difficoltà si può crescere, sebbene non nascondo le difficoltà di un campionato che onestamente reputavo di livello più basso. Il fatto poi che ci sia una squadra importante come la Ternana è fisiologico che alza l’asticella in generale perché quasi tutte le compagini vorranno fare bella figura quando ci affrontano”.

Defendi e Salzano non avevano nulla di particolarmente grave però se fossimo stati al completo loro stessi non avrebbero accettato la situazione di riposo perché avrebbero rischiato il posto, è stato più un discorso di prevenzione”.

“I giovani? Sono senz’altro validi, Bifulco per esempio è quello che è arrivato un po’ più tardi però ha giocato abbastanza. Tutti, a parte Giraudo che ancora non ha avuto la possibilità, hanno giocato. Rivas si è imposto subito facendo gol anche in Coppa Italia, così come Pobega e Butic. Ognuno di loro darà il proprio contributo, è ovvio però che nei reparti in cui giocano ho bisogno dei miei punti di riferimento e non posso fare a meno di alcuni giocatori di spessore. Quando ci sono tutti è un bel aspetto perché aumenta la qualità della rosa”.

“Per Vives e Rivas i tempi di recupero sono diversi: per il primo abbiamo qualche problemino in più, non è infortunato però non riusciamo ancora a venirne a capo completamente; il secondo ha un infortunio muscolare nella stessa gamba perciò necessita di un discorso standardizzato, diciamo un paio di settimane. Altobelli può fare tutti gli allenamenti con la squadra perché ha un problema alla spalla e non muscolare, quindi può allenarsi evitando le situazioni di contatto”.

“Il Monza ha una buona qualità di gestione della palla e tecnica di base soprattutto da parte di centrocampisti e attaccanti. Ha alcuni giocatori con la capacità di saltare l’uomo e creare superiorità numerica. Come ogni compagine ha dei pregi e dei difetti, la capacità di chi gioca contro è quella di saper evidenziare le carenze e gli errori dell’avversario. Sono forti anche ora senza aspettare l’eventuale mercato di gennaio che faranno, hanno un vantaggio ciò quello di avere un’idea di gioco consolidata nel tempo”.

“Tralasciando il centrocampo dove le scelte sono praticamente obbligate non ho molti dubbi negli altri reparti. Cambio modulo? Non credo che cambieremo assetto tattico. Affronteremo le gare con estrema tranquillità, ripeto l’unica cosa che mi dispiace è quella di non poter avere la rosa al completo ma sono sicuro che ne trarremo una convinzione maggiore per sopperire a tutto ciò”.

“Ranucci è l’unica persona che credo abbia il dono dell’ubiquità (ride, ndr), ho un rapporto costante con lui perché ci sentiamo sempre. Non esiste alcun tipo di problema tra noi anzi tutto il contrario”.

CONDIVIDI