Ternana, De Canio: “Imolese squadra sottovalutata, spero di rimanere alla Ternana a lungo”

Tempo di viglia per la Ternana che domani affronterà in trasferta l’Imolese. Come di consueto, a presentare la gara in conferenza stampa pre-gara è il tecnico dei rossoverdi Gigi De Canio: Altobelli è convocato però ancora per entrare appieno nell’attività agonistica saremo cauti. Salzano ha un piccolo problema tendineo più che muscolare, ci dà qualche pensiero solo per il fatto di avere partite ravvicinate comunque domani è convocato. Nel caso in cui non ce la facesse l’ex Bari ci sono altre soluzioni da adottare. Obiettivamente la situazione di non avere alcuni giocatori a disposizione è fastidiosa, d’altro canto alcuni recuperi come quello di Altobelli ci fanno piacere”.

“All’Imolese piace giocare ma in contropiede, lo fa molto bene e si difende in maniera organizzata con parecchi uomini. Credo che per quello che ha dimostrato finora è una delle squadre più organizzate, probabilmente è stata anche sotto valutata per via del fatto di non avere una grande storia calcistica e invece io credo che questa società abbia costruito un buon organico e abbia soprattutto una organizzazione di gioco molto efficace. È una sorpresa diciamo, anche se poi vedendoli giocare così non è. Considero la partita di domani un impegno molto probante. Poi riuscire a fare bene contro la Ternana è sempre una notizia perciò ci aspettiamo una gara dura”.

Serie C serbatoio di buoni allenatori? “Io ho fatto tutte le categorie e quindi sentivo anche io il desiderio e la voglia di emergere, sapevo che applicandomi sempre avrei avuto possibilità di far carriera. Come ho detto più volte, il livello tecnico generale del campionato è elevato e sono rimasto sorpreso in maniera positiva, noi siamo forse la squadra più forte ma non è nulla scontato.Possiamo dire che il nostro campionato entra nel vivo e ci dà la possibilità di avere una situazione più completa del nostro percorso. Dobbiamo recuperare ancora delle partite è vero, quindi si può dire che la classifica non è del tutto veritiera però noi continuiamo a giocare perciò dobbiamo mantenere alto il livello e le prestazioni. Tutte le partite bisogna giocarle per vincere”.

Il nostro stato di forma? “Come condizione generale superiamo il 50% perché abbiamo la necessità di giocare ed allenarci di più insieme per provare i meccanismi anche forti del risultato che otteniamo. Aver cambiato tante volte la preparazione è chiaro che non ha aiutato in particolar modo per alcuni calciatori. Penso che quando ci alleneremo al completo e con la situazione normalizzata per noi sarà ancora meglio, parlo a livello di fluidità di gioco”.

“Quando mi ha chiamato il presidente Ranucci non ci volevo nemmeno venire a Terni, alla fine poi ho fatto benissimo perché ho visto in queste persone la serietà, la volontà e tante altre qualità che insieme alla storia della Ternana mi hanno fatto tuffare senza pensare. Qui si sta bene, c’è passione e partecipazione anche se qualche insulto me lo sono preso perché il calcio è così. Poi per come sono fatto valuto se ci sono maggiori cose positive rispetto alle negative e traggo le mie conclusioni. Sto bene e se ci sarà la possibilità mi piacerebbe fosse la mia esperienza professionale più lunga da vivere. Quando sono arrivato ho chiesto un programma per raggiungere certi traguardi e quindi vorrei rispettarli”.

Vantaggiato (campionato) e Butic (Nazionale) in gol? “A me interessa che gli attaccanti partecipino dal punto di vista del gioco, abbiamo un parco attaccanti di tutti rispetto ed io ho fiducia in ognuno di loro. Poi secondo la squadra e la partita che andremo ad affrontare scelgo quelli che reputo i migliori in quella occasione. Le considerazioni da fare sono molte, anche per l’allenamento in settimana.In ogni caso, il rapporto con tutti è eccellente. Le cinque sostituzioni senza dubbio aiutano anche loro a fare minuti”.

Capitolo infortuni: Rivas credo che lo rivedremo entro i prossimi 15-20 giorni, ci abbiamo messo un po’ di più anche per un discorso di prevenzione del ragazzo.Per quanto riguarda Vives, invece, sembra che avviamo individuato il problema”.

Infine, sono 22 i convocati dal tecnico lucano:

Portieri: Iannarilli, Gagno, Vitali

Difensori: Bergamelli, Diakité, Lopez, Hristov, Fazio, Gasparetto, Giraudo

Centrocampisti: Defendi, Callegari, Pobega, Salzano, Altobelli, Furlan

Attaccanti: Vantaggiato, Marilungo, Nicastro, Butic, Bifulco, Frediani.

CONDIVIDI