Il presidente della FIGC, Carlo Tavecchio, ha parlato, questa mattina, dinnanzi alla commissione antimafia del problema stadi e della sorveglianza sulle scommesse.

Sugli stadi – “Abbiamo un handicap sugli stadi: il campionato si gioca in impianti inferiori alla media europea anche sotto il sistema della sicurezza. Il monitoraggio dei tifosi non può che essere individuale, altrimenti diventa drammatico. Sono stato in Turchia, dov’è attivo un sistema elettronico e chiunque è individuato nel posto in cui siede: dovrebbe essere attuato anche in Italia, impegnerebbe un centinaio di milioni di investimento per la Serie A“.

Sulle scommesse – “C’è poi il problema delle scommesse che vengono monitorate in tempo reale, addirittura durante la partita. Credo che il futuro sia applicare in modo più stringente le norme sul controllo. Oggi abbiamo la fortuna di avere l’informatica: si dovrà passare dal controllo attuale a quello informatico“.

Sul bagarinaggio – “Il reato di bagarinaggio? Sono d’accordissimo che diventi reato penale, sarebbe un deterrente notevole“.

CONDIVIDI
Nato nel 96' nella città "Superba per uomini e per mura" il destino mi ha concesso di innamorarmi del calcio, e quindi del Genoa. Grande appassionato di sport in generale, studio Giurisprudenza all'università di Genova e provo a raccontare il calcio, una parola alla volta, un'emozione dopo l'altra.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008