Dopo aver appeso il fischietto al chiodo, Paolo Tagliavento è pronto a sfilarsi la divisa di arbitro e intraprendere una nuova vita, sempre legata al mondo del calcio ma questa volta inerente ad una squadra, quella della sua città, la Ternana.

Tagliavento è infatti diventato Club Manager della Ternana ma non dimentica la sua carriera arbitrale, che è stata condizionata da molte polemiche come nel caso del gol di Muntari in occasione del famoso Milan-Juventus. Un altro episodio riguarda l’espulsione di Mourinho, quando il portoghese era l’allenatore dell’Inter e mostrò il celebre segno delle manette.

Tagliavento ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport dove ha esordito parlando proprio di Mourinho: “No, mai più incontrato. Quella è stata la partita della svolta, ho dimostrato di poter dirigere a grandi livelli. E in campo ero tranquillo, sapevo di aver preso le decisioni giuste, comprese le 2 espulsioni interiste».

Gol di Muntari: “Sembra un secolo fa, perché oggi quella situazione sarebbe risolta in un secondo. Avevo la sensazione che il pallone avesse varcato del tutto la linea, se vedete le immagini ho già il braccio a indicare il centrocampo. Ma serviva l’ok dell’assistente che era nella posizione migliore, mentre io era al limite dell’area. Era concentrato sul fuorigioco e si perse il gol, mi disse che Buffon aveva parato sulla linea. Peccato”.

Errori che cancellereiA parte Muntari, un Juve-Inter 1-3 diretta molto male. E poi il gol tolto al Crotone contro il Cagliari nell’ultimo campionato: potevamo fare molto meglio».

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008