Tacopina-Catania: passi avanti fra le parti. Ecco la possibile offerta

Tacopina sorride e inizia a fiutare l’affare dopo l’incontro che si è tenuto ieri pomeriggio presso lo studio associato Abbadessa-Santagati e a breve potrebbe presentare un’offerta al Catania.

L’imprenditore esce soddisfatto e con la solita vena ironica rilascia le prime dichiarazioni ufficiali affermando che il lavoro è tanto ma già nella giornata di oggi potrebbe succedere qualcosa.

Stiamo lavorando. Non posso dire nulla in questo momento, l’unica cosa che posso dirvi è che ci stiamo lavorando ogni giorno, ogni minuto, e lo faremo anche stasera. Stiamo cercando di capire come fare questa operazione, non esiste una deadline. Vogliamo chiudere questo accordo, siamo determinati. Ci sono persone che anche in questo momento ci stanno lavorando come l’avvocato Salvo Arena. Stiamo lavorando duro! Nella giornata di domani potrò dirvi di più, magari ci saranno novità”. 

A detta dell’ex presidente del Venezia oggi potrebbero esserci grandi novità. Una potrebbe essere la presentazione dell’offerta scritta che sarà recapitata dalla Sigi. Ma potrebbe anche slittare la data della presentazione di quest’ultima.

L’offerta

Secondo le indiscrezioni raccolte dalla redazione di Unica Sport, Tacopina vorrebbe offrire una cifra fra i 5 e i 6 milioni di euro per rilevare TUTTO il pacchetto azionario del Calcio Catania, escluso il 4,6% ancora in mano a Meridi.

L’imprenditore si impegnerebbe a mettere sul piatto una cifra superiore del 10/15% rispetto a quanto investito fin ora dalla Sigi.

Importante sarà capire il ruolo delle fideiussioni versate dalla proprietà del club etneo che non rappresentano un vero e proprio costo ma una semplice garanzia.

Per questo motivo l’incontro di ieri potrebbe essere stato fondamentale perché i presenti, oltre quelli del gruppo Tacopina (avvocato Arena e Cusmano), erano molti commercialisti riconducibili al Catania come la padrona di casa Paola Santagati.

Avvocato Salvo Arena
Giuseppe Cusmano (gruppo Tacopina)

Centrale sarebbe la figura di Gaetano Nicolosi, attualmente socio di maggioranza della Sigi che cederebbe le sue quote ma rimarrebbe ugualmente il presidente del Catania anche con l’avvento di Tacopina.

La trattativa forse sta entrando veramente nel vivo, ora bisognerà capire cosa vorrà fare l’altra parte della Sigi costituita da Nico Le Mura, Salice e Nuccio La Ferlita e dagli azionisti di minoranza che si dicono pronti a vendere.

A breve potrebbe arrivare l’offerta di Tacopina che sbloccherebbe la situazione avvicinandosi alle richieste del Catania che attende le mosse del broker italo-americano.

Si continuerà a lavorare durante tutto il fine settimana per trovare la soluzione che faccia felici tutte le parti. Fronte Tacopina filtra grande ottimismo, si va avanti per definire il tutto.

CONDIVIDI
Edoardo Sergi, classe 1998 nato a Catania. Studio Economia Aziendale presso l'Università degli studi di Catania. La mia più grande passione è quella di scrivere e raccontare storie di sport.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008